Marquez mollato anche dalla Gas

Rotture contrattuali anche in “casa” Marquez con i vertici di Gas che hanno ritenuto il danno d’immagine troppo importante optando per l’interruzione del rapporto commerciale

Rotture contrattuali anche in “casa” Marquez con i vertici di Gas che hanno ritenuto il danno d’immagine troppo importante optando per l’interruzione del rapporto commerciale. Il 93, pertanto, paga l’evidenza di un’immagine, ai più, poco consona per un ambito sportivo e, probabilmente, antitetica ad un personaggio, forte anche mediaticamente, come il 46 che senz’altro ha pesato nella scelta dell’azienda italiana.

Nell’era della comunicazione, quindi, si raccolgono anche i frutti di un modus operandi, dentro e fuori l’atto agonistico, poco idoneo ed i due piloti iberici, allo stato attuale delle cose, non ne escono nel migliore dei modi. Dopo Jorge Lorenzo, piantato di punto in bianco da Sector, anche la collaborazione tra lo sponsor Gas e Marc Marquez sembra essere arrivata al capolinea. A influire sulla decisione di “chiudere il gas” sulla Honda del Cabroncito, non solo il contrasto con Valentino Rossi a Sepang, ma le parole del campione di Tavullia contro il team Honda, accusato di aver permesso a Marquez di fare da “guardaspalle” alla cavalcata del maiorchino della Yamaha, cioè un pilota di un team diverso dalla Honda, nella corsa al titolo iridato MotoGP.