Maxi Lopez punge: "Icardi e Wanda sono uguali, viaggiano in tandem"

Maxi Lopez, ex marito di Wanda Nara, ha riservato una stoccata all'ex moglie e all'ex amico: "Se lei dice una cosa lui la approva. Voleva fare anche a me da procuratore ma io dissi no"

Maxi Lopez ha deciso di tornare in Italia a 35 anni suonati e lo farà per stare più vicino ai tre figli maschi avuti con l'ex moglie Wanda Nara. L'ex attaccante di Torino e Milan, nell'ultima stagione in Brasile al Vasco da Gama con cui ha segnato dieci gol in ventidue presenze, in un'intervista alla Gazzetta dello Sport ha spiegato che per lui qualcosa bolle in pentola: "Dialogo con 2-3 club. Un domani vivrò a Milano, non vedo i miei figli da gennaio. Recentemente sono andato a Milano pensando di poter passare del tempo coi miei figli, ma sono stati portati via appositamente. È così da anni, devo essere forte".

L'ex centravanti del Barcellona ha poi motivato il suo addio al calcio italiano ed europeo dopo tanti anni per andare a testare il campionato brasiliano: "Sono andato al Vasco perché era un momento in cui sentivo di dover cambiare. A me capita spesso. Avevo un altro anno di contratto ma il presidente non ha mantenuto la parola sul progetto e mi sono liberato. Ora cerco una nuova sfida. Poi, quando smetterò, vorrei fare il procuratore".

Maxi ha poi continuato parlando del suo rapporto con l'ex moglie e riservando una stoccata a Mauro Icardi: "Con Wanda non parlo nemmeno più, tanto poi mi ritrovo tutto sui social. Wanda chiese anche a me di potermi fare da agente quando dovevo passare dal Catania al Milan. Rifiutai perché per me non va bene mischiare vita privata e professionale. Cosa penso di Icardi? Sono del tutto complementari, se lei fa una cosa è perché lui approva. Viaggiano in tandem. Se dovessi ritrovarmi Icardi di fronte in campo? L’approccio resta sempre lo stesso e lo conoscete già".