Mediaset, il Mondiale e Totti

Russia 2018, ecco le strategie del Biscione. Piersilvio Berlusconi: "Vorrei Francesco Totti nel progetto"

A Mediaset l'entusiasmo è tanto e non lo nascondono. L'esclusiva dei diritti tv, radio e online di Russia 2018 rappresenta infatti un'enorme occasione di consolidamento e di crescita per il Biscione. Piersilvio Berlusconi, ad e vice presidente Mediaset, è raggiante: «Per la prima volta tutte le partite di un Mondiale verranno trasmesse in diretta e gratuitamente. È il massimo. Ora mi piacerebbe tantissimo coinvolgere Totti nel progetto». Nonostante l'ufficialità sia arrivata solamente due giorni fa, Mediaset ha già impostato una grande offerta per il pubblico italiano. Tutte le 64 partite saranno trasmesse su Italia 1 e Canale 5, ma non mancheranno i vari programmi di approfondimento, anche su Mediaset Extra, che diventerà il canale tematico sulla competizione iridata. La strategia del Biscione vuole sfruttare tutte le possibilità del primo Mondiale total audience (tv, device e social). Verrà creata un app ad hoc e sul web, oltre a vedere le partite, si avranno a disposizione moltissimi servizi. Radio 105 sarà inoltre la radio ufficiale.

Dal canto suo, la Rai risponde con la Champions League (di cui Sky ha i diritti). Dalla prossima stagione, infatti, la migliore gara di ogni mercoledì sarà visibile gratis su Rai 1. Rimanendo in tema di diritti tv, ma questa volta per quelli della Serie A, stanno proseguendo i lavori alla ricerca della soluzione migliore per l'assegnazione. Si sarebbe fatta avanti anche una banca del Qatar, che avrebbe offerto 13 miliardi per i prossimi 10 anni. Il bando però dovrebbe essere pubblicato il 4 gennaio.

Commenti

TrombaDaria

Sab, 23/12/2017 - 11:08

meno male che sia andata così...altrimenti ci sarebbe stata l'alternativa sul satellite astra dove i canali tedeschi pubblici li trasmettono in chiaro