Il medico della Roma: "Zaniolo tornerà più forte. Il recupero? Dipende da lui"

Il medico sociale della Roma Causarano ha parlato dell'intervento chirurgico subito da Zaniolo: "La riabilitazione non ha dei tempi precisi, ma sono personalizzati"

Nicolò Zaniolo morde il freno e sogna di tornare in campo a tempo di record, magari per farsi convocare da Roberto Mancini per Euro 2020, anche se ad oggi il recupero lampo e la conseguente convocazione sembrano difficili. Il 20enne della Roma è stato operato ieri pomeriggio dal professor Mariani, un luminare per quanto concerne i legamenti delle ginocchia, con il medico sociale del club Causarano che ha presenziato all'intervento chirurgico che ai microfoni della radio ufficiale della società giallorossa ha spiegato: "L'intervento è perfettamente riuscito. La riabilitazione non ha dei tempi precisi, ma sono personalizzati. Cercheremo di agire nel migliore dei modi, nell'interesse della sua salute".

L'ex canterano dell'Inter ha annunciato che tornerà più forte di prima con il medico della Roma che ha poi continuato: "Con Nicolò siamo stati insieme tutto il giorno. Ha affrontato l'intervento con serenità, nonostante i suoi 20 anni. L'intervento è perfettamente riuscito- ha precisato il medico giallorosso- Il Prof. Mariani ha ricostruito il legamento anteriore. Il ragazzo è stato circondato dai cari, si è sentito protetto e anche dalla certezza di poter tornare a giocare".

Solitamente per infortuni di tale entità servono 5-6 mesi di recupero ma Causarano ha spiegato come sia anche il fisico del calciatore o dello sportivo in questione a determinare un recupero più o meno veloce: "Già da oggi Zaniolo inizierà le primissime fasi la riabilitazione del ginocchio, per permettere all'articolazione di riprendere la normale attività. La riabilitazione non ha dei tempi precisi, ma sono personalizzati. Valuteremo nel corso della riabilitazione gli step. Impossibile valutare i tempi di recupero".

Il medico sociale del club giallorosso ha poi concluso il suo intervento dicendosi sicuro che Zaniolo tornerà più forte e motivato di prima: "Cercheremo di agire nel migliore dei modi, nell'interesse della sua salute. Un problema precedente al ginocchio? Nicolò non ha avuto alcun problema al ginocchio. È stata un'articolazione sempre sana. Andiamo avanti nell'amarezza dell'infortunio, sicuri che tornerà più forte di prima".

La visita di Gravina

In tanti hanno fatto visita a Zaniolo in queste ore e anche il presidente della Figc Gabriele Gravina è andato a Villa Stuart per toccare con mano lo stato di salute del ragazzo: "Dobbiamo salvaguardare l’integrità del ragazzo deve seguire il suo programma ben controllato dai sanitari. La Roma sotto questo profilo è molto attenta, noi ci posizioniamo a valle dopo ogni scelta dei medici e della volontà del ragazzo. Per noi è importante, una pedina fondamentale, ma viene prima l’integrità".

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?