Mentana: "Sono un tifoso dell'Inter e non ce l'ho con Icardi"

Enrico Mentana si dissocia dalla curva Nord: "Non rappresentano tutti i tifosi, io sono un supporter nerazzurro e non ho nulla contro Icardi"

Poteva forse Enrico Mentana rinunciare a dire la propria sul caso-Icardi? Sicuramente no. Il popolare giornalista, noto tifoso interista e idolo del web per le sue tirate perentorie che spaziano in ogni ambito dello scibile umano, è entrato a gamba tesa nella questione che vede opposti l'attaccante argentino della Benamata, gli ultras della curva Nord e la società di corso Vittorio Emanuele.

E lo fa in modo telegrafico, con un messaggio su Facebook dal tono lapidario: "Un semplice appello di una riga sola: sono un tifoso dell'Inter e non ho nulla contro Icardi." Quindi qualche altra parola nelle risposte ai commenti dei fan: "Non ci sono tifosi che possono fare la voce grossa mentre gli altri stanno zitti", chiosa Mentana.

L'intervento del giornalista arriva dopo le contestazioni degli hooligans nerazzurri al proprio attaccante, che per inciso rappresenta probabilmente il capitale tecnico più prezioso dell'Inter, e dopo l'intervento della società, che ha multato il calciatore imponendogli di cancellare dalla propria biografia le frasi che avevano suscitato l'ira della tifoseria organizzata.

Tifosi che però non rappresentano la totalità dei supporter. La grande maggioranza degli appassionati nerazzurri ha infatti spalleggiato Icardi, dissociandosi dalla contestazione della curva e rivendicando la propria alterità rispetto alla curva. A partire da Enrico Mentana.

Commenti

montenotte

Mar, 18/10/2016 - 12:36

Be se anche le minacce in stile mafioso lanciate da Icardi ai tifosi sono spunti di difesa per lo stesso da parte di Mentana, allora lo proponga come candidato al "pulitzer" per il suo libro.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mar, 18/10/2016 - 12:54

Al solito si rispettano le idee e le opinioni altrui. Semmai su di esse si possono fare alcune riflessioni: chiaro che è il giocatore dal maggior valore intrinseco, altrettanto chiaro che si comportò da delinquente nel Febbraio 2015 e lo ha ribadito d'esserlo ancora oggi minacciando i tifosi che l'avevano giustamente contestato, di portare in Italia delinquenti suoi simili per uccidere i contestatori. Ora c'è chi sopporta d'essere minacciato e chi non accetta scemenze simili soprattutto da un ragazzotto di 23 anni. Ognuno ha la sua dignità.

maximilian66

Mar, 18/10/2016 - 13:39

Un conto è non aver nulla contro, un altro è accettare che un simile personaggio con tutto il circo intorno sia chiamato e scelto per rappresentare l'inter, cioè tradizione, storia, e milioni di tifosi. C'e'qualcosa di profondamente sbagliato nel passare da Facchetti, Bergomi e Zanetti ad Icardi. E tutto questo è lo specchio di una società malata e senza identità che poi si riflette nei risultati. Tutto ciò Indipendentemente dalla Curva che per quanto mi riguarda potrebbe anche non esistere.... PS: personaggi come Mentana e simili che non ci arrivano o peggio fanno finta di non arrivarci e sfruttano la situazione fanno solo il male dell'inter. Nessuno vi ha chiesto un parere..

sbrigati

Mar, 18/10/2016 - 13:45

Bisognerebbe leggere TUTTO quanto scritto sul libro non estrapolare alcune frasi a conferma della propria opinione, poi consiglierei a qualche commentatore di ascoltare quello che dicono i vari ultras all'indirizzo dei giocatori. Che poi le società siamo alla mercé di gruppi di "tifosi organizzati" è cosa risaputa, ma sarebbe il caso di ricordare che ci sono centinaia di migliaia di tifosi che sostengono anche economicamente la squadra e che devono poter esprimere la propria opinione anche se è in netto contrasto con costoro. Se non minaccio non vengo minacciato.

Massimo25

Mar, 18/10/2016 - 13:47

Da quando avevo 5 anni sono legato a questa squadra....e ne sono passati 58.Sono d'accordo con Mentana.Io approvo per niente la società che si é schierata con gli ultras che non rappresentano tutta la tifoseria nerazzurra.Anzi sono una piccola minoranza. I tifosi veri sono con Icardi e ha espresso una sua opinione giusta o sbgagliata che sia a fronte di una minaccia da parte di questi ebeti.L'Inter ha sbagliato a non difenderlo e tutelarlo.Mancanza di palle.

maximilian66

Mar, 18/10/2016 - 14:07

La società l'ha multato ma gli ha lasciato la fascia (come invece chiedeva la curva) quindi non mi pare proprio che si sia schierata con gli ultras. Certo non poteva far finta di nulla....compreso il contenuto del libro. Salvato il salvabile di una situazione grottesca e kafkiana da quest'estate il "nostro capitano" ha litigato con la società per il rinnovo (poi dato... sic!), con Maradona per i figli, con la curva per il libro. Il tutto condito da foto di orologi d'oro, bolidi in doppia fila e camere da letto stile bordello... IL NOSTRO CAPITANO andava venduto al napoli che li stava bene....

Ritratto di Inhocsignovinces

Inhocsignovinces

Mar, 18/10/2016 - 14:59

da milanista dovrei godere E FARMI GLI AFFARI MIEI!!ICARDI HA GIA' DIMOSTRATO 'IN PASSATO DI ESSERE INAFFIDABILE COME AMICO CON QUALCHE SUO COLLEGA.UNO STRAPAGATO (NON SI PUO'PERMETTERE DI SBAGLIARE RIGORI) E DOVREBBE PORTARE + RISPETTO X LA SUA CURVA CHE SOSTIENE LA SQUADRA NEL MALE E NEL BENE