Messi ostacolo Svizzera per i quarti Probabili formazioni

Penultimo ottavo e alle 18 in campo Argentina e Svizzera. Attesissimo Messi chiamato a rispondere agli altri dieci della rassegna

Messi con la Svizzera attesa una risposta a James Rodriguez

Oggi a San Paolo, quando da noi saranno le sei del pomeriggio, andrà in scena l'ultimo ottavo di finale in cui sarà impegnata una sudamericana, quello tra Argentina e Svizzera.

I primi, tra i grandi favoriti del torneo, hanno vinto il proprio girone confezionando tre vittorie in altrettante uscite e se il gioco fatto vedere non è stato da stropicciarsi gli occhi è però vero che con un Messi in stato di grazia tutto è possibile. L'asso del Barca sembra, infatti, aver finalmente trovato il feeling con la fase finale, in quanto ha messo a referto 4 goal in 270 minuti ed è risultato sempre decisivo nei vari confronti, tanto da far dire al tecnico Sabella che la squadra è "Messi-dipendente". Dall'altra parte c'è la Svizzera, per cui l'obiettivo minimo era passare un girone oggettivamente alla portata. Il risultato è stato colto senza penare eccessivamente, anche se i 5 goal incassati dalla Francia nella seconda uscita non sono certamente beneauguranti per il match contro una squadra, quella argentina, che nel reparto avanzato ha un potenziale con pochi eguali al Mondo.

L'Argentina, che parte favorita per il miglior tasso tecnico che può vantare, lo è anche guardando le semplici statistiche. Nelle sei volte in cui le due compagini si sono incrociate non ha mai perso, facendo sua l'intera posta in 4 occasioni. Inoltre, se per i più giovani questa è la prima volta in cui vi è questo incrocio in una fase finale, lo stesso non si può dire per chi ha un po'di anni in più. Chi ha visto il mondiale inglese del 1966 ricorderà, infatti. che in quell'edizione la compagine sudamericana si incrociò coi nostri vicini, vincendo per 2 a 0. A far pendere le statistiche dalla parte di Messi è compagni è anche il fatto che nelle altre due occasioni in cui gli avversari odierni hanno giocato per accedere ai quarti, ossia nel 1994 e nel 2006, hanno perso. Tuttavia gli Elvetici possono dire che l'ultimo precedente con una sudamericana sorride loro, anche se tale precedente è vicinissimo ed è stato quello con l'Ecuador nell'esordio di questa edizione.

Guardati un po'di numeri è ora il momento di vedere come le due compagini si presenteranno a questo confronto, la cui vincente andrà a giocarsi l'ingresso in semifinale contro chi uscirà vincitore dal match tra Belgio e Usa. L'Argentina dovrebbe essere schierata da Sabella con il 4-3-3 che è stato scelto, secondo parte della stampa su "ordine" di Messi, a partire dal secondo tempo del match con la Bosnia e che ha mandato in soffitta il 3-5-2. Vi è, però. una defezione importante, quella di Aguero, il cui Mondiale è finito nel corso del match con la Nigeria a causa di un guaio muscolare. Le alternative per fortuna del ct non mancano e al suo posto nel tridente vi dovrebbe essere Lavezzi. Per il resto gli undici che inizialmente dovranno cercare di guadagnarsi l'accesso ai quarti (che l'Argentina non manca da Usa '94) dovrebbero essere gli stessi che sono scesi in campo nell'ultimo match del girone. Ovviamente l'uomo in più sarà la "Pulce, capace, come detto, di segnare 4 goal in 3 partite dopo che nelle sette precedenti occasioni in cui era sceso in campo in una fase finale non aveva mai gonfiato la rete.

Anche in casa della Svizzera c'è una defezione importante, quella di Von Bergen. Per il resto non dovrebbero esserci stravolgimenti nel 4-2-3-1 e in mediana sono in rialzo le azioni della coppia "napoletana" formata da Inler e Beharami. Ovviamente confermassimo nella batteria di trequartisti è Shaqiri, autore della tripletta che ha dato la qualificazione agli elvetici e su cui Hitzfeld punta molto.

Probabili formazioni

Argentina (4-3-3): Romero; Zabaleta, Fernandez, Garay, Rojo; Gago, Mascherano, D Maria; Messi, Higuain, Lavezzi.

Svizzera (4-2-3-1): Benaglio; Lichtsteiner, Djourou, Schar, R. Rodriguez; Inler, Behrami; Shaqiri, Xhaka, Mehmedi; Drmic.

Diretta Tv ore 18.00 Sky Mondiale 1