Messi rivela: "Ho pensato seriamente di lasciare il Barcellona"

Lionel Messi vuole chiudere la carriera al Barcellona ma ha svelato come nel 2014 volesse cambiare maglia: "Fra i problemi col fisco e gli infortuni, che volevo andare via dalla Spagna, mi sentivo trattato male"

Lionel Messi è approdato al Barcellona nel 2000, all'età di 13 anni, e da quel momento in poi ne è stato una colonna portante nelle giovanili e soprattutto in prima squadra dove in 16 anni ha messo insieme 692 presenze condite da 604 reti al suo attivo in tutte le competizioni. Il fuoriclasse argentino ha ora 32 anni e vuole chiudere la sua carriera in blaugrana anche se ai microfoni dell'emittente catalanta RAC1 ha rilevato la sua voglia in passato di lasciare Barcellona: "Ci sono stati dei momenti nel 2014, fra i problemi col fisco e gli infortuni, che volevo andare via dalla Spagna, mi sentivo trattato male. Ma non ho ricevuto offerte ufficiali, perché tutti sapevano che volevo restare".

Messi ha poi parlato della sua voglia di chiudere la carriera al Barcellona anche se ha lasciato uno spiraglio all'eventualità che possa anche non accadere: "Ho sempre sognato di giocare un giorno nel Newell’s, ma alle volte bisogna pensare alla famiglia, che è la cosa più importante. L'idea non è cambiata e vorrei chiudere la carriera a Barcellona. Soprattutto per come mi sento nel club, per come ci troviamo bene nella città, per i miei figli, non voglio che siano costretti a lasciare gli amici. La mia idea, anche se non si sa mai, è vivere per sempre a Barcellona e chiudere la carriera qui. Il rinnovo? Se mi vogliono, resto".

Messi non sa ancora fino a quando giocherà e l'anno prossimo a giugno saranno 33 primavere: "Fino a quando giocherò? Di anno in anno vedo come sto, se posso continuare. Ho ormai un’età in cui si inizia a fare fatica, così come è normale e logico. Potrei dire che arriverò a 35-36 anni e a quel punto magari non potrò più muovermi". Chiusura sul suo rivale di sempre Cristiano Ronaldo che dalla passata stagione non veste più la maglia del Real Madrid: "Mi sarebbe piaciuto che continuasse a Madrid, dava un qualcosa in più alla rivalità e al Clasico. Il Real comunque sarà davanti alla fine della stagione perché ha giocatori molto bravi, ma era chiaro che avrebbe sentito la perdita di Cristiano".

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?