A Michelotto, il tatuatore, la prima tappa delle «Pls»

Il tatuatore di Padova, Andrea Michelotto, regola i 253 iscritti alla tappa veneziana delle PokerClub Live Series Lottomatica. Ora, come ricorda Gioconews.it, appuntamento al casinò di Saint Vincent dal 30 maggio al 3 giugno per la seconda tappa del circuito. «Non è stato facile, è stato un torneo durissimo e penso di averlo giocato molto bene stando sempre ai vertici. Ho avuto una buona dose di fortuna che non guasta mai. Una grande soddisfazione che non cambia comunque la mia carriera pokeristica visto che sono un player regular di cash game a Venezia, e continuerò a fare quello». Michelotto, 42 anni di Padova e tatuatore di professione, ha vinto la prima tappa delle PokerClub Live Series di Venezia che si è tenuta al casinò Ca' Vendramin dal 18 al 22 di aprile con l'organizzazione Tilt Events.
Dal cash game agli Mtt live con successo: «Sì ma gioco da tanti anni anche i tornei live e ogni tanto ci provo - spiega Michelotto - non credo di cambiare le mie abitudini. Magari farò qualche torneo in più, ma al cash a Venezia gioco sempre e ormai è il mio secondo lavoro. Il primo è quello di tatuatore che faccio con grande passione». Michelotto è la dimostrazione ennesima che i tornei di poker si possono giocare con costanza in tutti i giorni di gara: «Sono stato sempre tra le primissime posizioni e credo di aver giocato molto bene. Certo qualche colpo deve reggere e un pizzico di fortuna serve e alla fine potevo anche perdere visto che all'heads up partivo in netto svantaggio», conclude Andrea. Ottimo il field che si è presentato all'evento coi campioni del mondo Max Pescatori del team pro PokerClub che debuttava nel circuito live della sua room e Rocco «Roccoge» Palumbo. In gioco tutti i professionisti Lottomatica come Ale Pastura del team PayPal, Carlo Braccini, Alessandro Chiarato e Maurizio Musso. Filippo Bisciglia, invece, ha dovuto lasciare il torneo eliminato in bolla dopo aver giocato un ottimo day2. Nessun premio anche per Pamela Camassa che poteva anche piazzare una bandierina importante tornata ai tavoli dopo tanto tempo. Nessun premio per gli altri pro in gioco come Gabriele Lepore, Niccolò Caramatti, Flavio Ferrari Zumbini, Carla Solinas mentre Michele Limongi che aveva dominato da super chip leader il day3, ha dovuto lasciare il torneo in decima posizione fuori dal final table. Peccato. A dare lo shuffle up and deal c'era il campionissimo di boxe Clemente Russo.
Tornando al vincitore, il player padovano ha vinto 31.800 euro e si è imposto su Paolo Fantini, runner up, per 21.550. Terza la miracolosa Giorgia Michielan che al day3 a 18 players left era rimasta con pochissimi bui e poi ha saputo strappare il gradino più basso del podio. Via via tutti gli altri con Matteo Fratello, Biagio Morciano, Gianluca Rullo che ha vinto la leaderboard della scorsa stagione live di Lottomatica, quindi Lucian Mantu e Cesare Corona.
«Baffo» Limongi forse troppo lag nella giornata decisiva: amministrando un po' poteva arrivare al tavolo finale a occhi chiusi. Fallisce il final table anche Gianluca Mattia che ha eliminato in bolla Filippo Bisciglia e tanti altri protagonisti prima di uscire 11esimo. In 18esima piazza anche Alessandro De Michele, pro di PokerStars, mentre un gradito ritorno è quello di Sergio Veronese piazzatosi 21esimo.
Ora si va a Saint Vincent in Valle d'Aosta. Appuntamento con la prossima tappa delle PLS è fissato il 30 maggio: presto tutte le informazioni per qualificarsi sia live che online alla seconda edizione delle live series di Lottomatica.