Milan: Bonaventura Rossonero grazie a Galliani e Guarin

Il solito Galliani, sornione per gran parte del mercato, poi concreto e fulmineo al suo scadere. Molti gli arrivi in zona Cesarini, con Bonaventura strappato ai cugini dell'Inter con uno scatto degno di un provetto centometrista

Blitz di Galliani e Bonaventura arriva a Milano, ma non all'Inter

Terminato un mercato che ha visto il Milan poco attivo per circa 2/3 del tempo utile per fare acquisti e cessioni, ma terminato dai Rossoneri con innesti di spessore come quelli d Torres, van Ginkel e Bonaventura, uno dei due Amministratori delegati svela i retroscena legati all'arrivo degli ultimi due.

A farlo è Adriano Galliani, che ha le deleghe relative al calciomercato dopo l'organizzazione della nuova struttura societaria. La trattativa più complessa, come hanno intuito anche gli addetti ai lavori, è stata quella con il giovane mediano proveniente dal Chelsea, il quale ha avuto più di un dubbio sulla bontà di un approdo in rossonero. Galliani ha raccontato come ad un certo punto abbia dato al giovane belga, che si sentiva e sente un titolare nel Chelsea, un ultimatum: se non avesse dato una risposta entro le 23 di ieri, sarebbe saltato tutto. Il Belga, pressato anche da Torres, alla fine si è convinto ed ha detto si al Milan.

Per quanto riguarda Bonaventura, l'idea di acquistarlo è nata nelle ultime ore di mercato, perchè fino a tre ore prima della chiusura pareva certo l'arrivo in rossonero di Biabiany. Quando l'approdo del Francese a Milanello è saltato, a causa del rifiuto di Zaccardo di fare il percorso inverso, il Milan ha contattato agente del giocatore e dirigenti bergamaschi, che erano a Milano in attesa di una risposta dall'Inter. Quando la società di Thohir è stata costretta a tirarsi fuori dalla corsa, vista l'impossibilità di cedere Guarin, il Milan ha deciso di chiudere l'affare e siccome non c'era più tempo per le visite mediche, si è fidato dei dati che l'Atalanta ha mostrato. Si può dire che Galliani sia tornato uno dei Re del mercato? Solo il campo lo dirà, di certo lo è del calciomercato degli ultimi giorni.