Il Milan con il Chievo cavalca l'onda Champions

Gattuso a 8 giorni dal derby: "Abbiamo tutto da perdere, ma vogliamo fare il salto di qualità"

Lo sanno bene gli appassionati di F1 o Motomondiale: il sorpasso o si fa bene o si rischia di subire immediatamente il controsorpasso; nemmeno il tempo per gustarsi la nuova posizione che ci si ritrova subito dietro. Il Milan, però, il terzo posto se lo vuole gustare al massimo, dopo tutte le difficoltà e i sacrifici fatti per conquistarlo. Quindi, per concludere il sorpasso sull'Inter, la squadra di Gattuso non deve sbagliare la gara di stasera contro il Chievo ultimo in classifica, una gara, sulla carta, ampiamente alla portata.

La sfida del Bentegodi rappresenta una tappa fondamentale nella corsa Champions e un passo falso rischia di essere deleterio, perché siamo giunti a quella fase della stagione in cui ogni punto pesa come un macigno. E poi, se qualcuno non se lo ricordasse, la prossima è la settimana del derby, sfida alla quale è d'obbligo arrivare con il pieno di entusiasmo ed energie.

Ma in questo momento, il Milan è senza dubbio la squadra che sta meglio tra le concorrenti all'Europa che conta. Non solo per quanto riguarda risultati e prestazioni, ma anche per l'aria che si respira nell'ambiente, sereno e spensierato se si mette a confronto con quello di Inter e Roma.

Insomma, tutto gira per il verso giusto ai rossoneri, che scenderanno in campo con la volontà di fare una grande partita. Anche i numeri, poi, sono dalla loro: il Milan ha vinto 21 delle ultime 24 partite di Serie A contro il Chievo e non perde un confronto con i veneti in campionato dal dicembre 2005 (2-1 firmato Pellissier-Tiribocchi).

Sembra quindi tutto apparecchiato per tre punti facili facili, ma sono proprio partite come queste che nascondono pericolose insidie. Il Chievo è forse all'ultimo treno disponibile per cercare di rincorrere una salvezza che sembra ormai irraggiungibile e farà di tutto per strappare almeno un punto, cosa che negli ultimi mesi gli è riuscito contro Inter, Lazio e Napoli. «Dobbiamo avere la fame, il coraggio e la follia per credere nell'impresa» il dogma di Di Carlo.

Gattuso, però, non è di certo l'ultimo arrivato e sa che stasera ci vorrà una vera prova di maturità: «Dobbiamo vincerla e non sarà semplice le sue parole in conferenza stampa -. Giochiamo contro l'ultima e abbiamo tutto da perdere. Penso che a livello mentale sia arrivato il momento di fare il salto di qualità. Servirà un grande Milan, non possiamo assolutamente sbagliare». Ha ragione Rino, se il Milan vuole davvero tornare in Champions, stasera non può assolutamente sbagliare.