Milan, Mirabelli: "Montella non è un allenatore a tempo"

E il tecnico del Milan non boccia la squadra: "Hanno giocato bene e alla pari con la Roma. Non sono preoccupato per il futuro"

Dopo la sconfitta con la Roma, Vincenzo Montella allontana le ombre di un esonero e fa ugualmente i complimenti alla sua squadra per la prestazione. "Ero molto più preoccupato dopo la partita con la Samp perché non mi davo una spiegazione. Oggi i ragazzi devono essere soddisfatti, per lo spirito e la capacità di gioco, rapportati alla difficoltà della partita. Il Milan ha giocato alla pari, quanto meno alla pari della Roma. Credo che la strada sia questa. Non era facile giocare per un risultato solo", ha affermato il tecnico rossonero ai microfoni di PremiumSport. Montella non vede particolari criticità dopo il passo falso in casa con i giallorossi. La testa della classifica comincia ad allontanarsi e di fatto è a rischio già pure la zona Champions. Ma Montella ha fiducia nei suoi ragazzi: "Sono soddisfatto dello spirito visto in campo e anche della qualità del gioco -sottolinea l'allenatore del Milan-. Faccio fatica a trovare un singolo che abbia fatto male, anche se guardiamo l'avversario: la Roma è una grande squadra e lo sta dimostrando anche quest'anno, ha cambiato pochissimo e ha come l'obiettivo lo Scudetto. Dobbiamo arrivare a far diventare questa sfida uno scontro diretto per la classifica e non solo per il gioco espresso. Abbiamo giocato come piace a me, abbiamo avuto continuità all'interno della partita, non abbiamo segnato ma ci siamo andati vicini, se non fosse stato per una deviazione staremmo parlando di un'altra partita".

E alle parole del tecnico seguono quelle della società. Il direttore sportivo Mirabelli per il momento "blinda" Montella: "Stiamo sentendo illazioni sul nostro allenatore. Viviamo un momento in cui abbiamo anche fatto cose positive, abbiamo subito sconfitte, ma siamo solo all’inizio. È una cosa mediatica mettere in discussione l’allenatore, abbiamo fiducia in Montella e in questo gruppo. Sappiamo che dobbiamo raggiungere i nostri obiettivi e trovare la nostra strada. Tra virgolette sono più sereno perdendo come stasera, oggi prendo qualcosa di positivo dalla prestazione, anche se non è facile vedere del positivo in una sconfitta. Abbiamo affrontato una grande squadra come la Roma, dominando per 70 minuti.Normale che dia fastidio perdere in casa, ma ho visto dei grandi passi in avanti che mi lasciano tranquillo e sereno. Non diamo nessun tempo a Montella". Sull'ipotesi di un ritorno di Carlo Ancelotti afferma: "Queste sono delle notizie che fanno parlare i media, è il gioco delle parti ma poi ognuno fa il suo mestiere. Ci dispiace per quello che è successo ad Ancelotti perché è un allenatore che ha vinto ovunque ma noi abbiamo un allenatore altrettanto bravo come Montella. Gli accostamenti ci fanno sorridere ma noi pensiamo solo a lavorare e far crescere il nostro progetto con Montella".