Il Milan stecca contro il Carpi: tanta noia e i fischi del pubblico

Brutta frenata per il Milan di Cristian Brocchi che stecca, in casa, contro il Carpi non andando oltre lo zero a zero

Brutta frenata per il Milan di Cristian Brocchi che stecca, in casa, contro il Carpi non andando oltre lo zero a zero e replicando lo stesso punteggio dell’andata, quando in panchina sedeva ancora Sinisa Mihajlovic. Pareggio giusto in un match molto deludente soprattutto da parte del Milan che doveva dare un seguito alla vittoria ottenuta contro la Sampdoria. Il Diavolo con questo pareggio si porta a quota 53 punti non riuscendo ad approfittare dei passi falsi da parte di Fiorentina ed Inter. Il Carpi, invece, guadagna un punto importantissimo in chiave salvezza, visto che ora occupa la quartultima posizione in classifica a quota 32 punti a meno cinque da Bologna ed Udinese ma a più due sul Frosinone e più tre sul Palermo. Fischi copiosi per il Milan da parte dei suoi sostenitori sia a fine primo tempo che al termine del match. Molto male Boateng, Bacca e Menez, passo indietro per Balotelli che non è mai riuscito ad impensierire Zaccardo e compagni. Ottimo l’approccio al match da parte di José Mauri e bravo Brocchi a fare esordire il giovanissimo centrocampista Manuel Locatelli. Infine, da segnalare come sempre l’ottima prestazione da parte di Gianluigi Donnarumma che al 90’ ha salvato il Milan da una sconfitta che avrebbe avuto tanto il sapore di una beffa.

Primo tempo ricco di sbadigli, allo stadio Meazza, tra il Milan di Cristian Brocchi e il Carpi di Fabrizio Castori che hanno chiuso sullo 0-0. Ospiti ben organizzati, attenti e pronti a ripartire in contropiede con il 3-5-1-1, molto ermetico, orchestrato dal tecnico di San Severino Marche, conterraneo di Giacomo Bonaventura. Di contro, la squadra rossonera ha mantenuto il pallino del gioco, con tanto possesso palla ma sterile visto che non ha mai, o quasi, impensierito la difesa del Carpi. Un tiro dalla distanza di Boateng, respinto da Belec e qualche azione manovrata da ambo le parti hanno chiuso la prima frazione sul risultato, giusto, di parità. Da segnalare, al 47’, il giallo a Mario Balotelli per un intervento falloso, in scivolata, ai danni dell’estremo difensore sloveno: Supermario era diffidato e salterà la sfida del Bentegodi contro il Verona di Del Neri. Nel secondo tempo chi si aspettava un Milan più arrembante, pronto ad azzannare la preda ne è rimasto deluso: i rossoneri infatti hanno continuato a giocare sotto ritmo, mentre il Carpi con Lasagna, Crimi e Mbakogu ha provato ad impensierire il giovane portiere Donnarumma ma senza risultati. Da segnalare, oltre al cartellino giallo rimediato da Alex che diffidato salterà la trasferta di Verona, i fischi a Kevin Prince Boateng al momento del cambio, il nervosismo di Bacca per via della sostituzione, ma soprattutto il buono impatto sulla partita da parte dell’italo-argentino, classe 96, José Mauri che ha realizzato anche un gol annullato per fuorigioco. Il Milan ha poi reclamato un calcio di rigore, all’83 minuto, per un fallo di mano di Suagher che in scivolata, da posizione ravvicinata, ha toccato con la mano un pallone messo in mezzo da Poli. Da segnalare anche l’esordio del giovanissimo Manuel Locatelli, classe 98, che ha giocato per 9 minuti ed ha strappato gli applausi da parte dei tifosi del Milan. Le emozioni tutte nel finale quando il Diavolo costruisce le due occasioni più ghiotte del match al minuto 88 quando Belec si distende sull’incornata di Antonelli e si esalta annullando la conclusione ravvicinata da parte di Alex. Al 90’ grave errore di Montolivo che si fa rubare il pallone, da ultimo uomo, da parte di Crimi che chiama Donnarumma a salvare il risultato con un grande intervento. Pareggio giusto che muove la classifica del Carpi e che non serve a niente per il Milan che non riesce a distanziarsi dal settimo posto occupato dal Sassuolo di Di Francesco.

Commenti

redy_t

Gio, 21/04/2016 - 23:56

Squadra inguardabile che scimmiotta il possesso palla delle squadre vere, senza un guizzo, uno spunto, un dribbling. Stop sbagliati a iosa, passaggi improbabili, tutto un ruminar calcio sciapo ed inconcludente.Povero Milan mio, come sei ridotto. Da ultimo un suggerimento al Presidente: stai zitto, stai zitto, stai zitto. E licenzia Galliani, magari prendendo un buon Direttore Sportivo.

paràpadano

Ven, 22/04/2016 - 07:00

Quale pubblico ???? S. Siro era vuoto !!!

Ritratto di roberto-sixty-four

roberto-sixty-four

Ven, 22/04/2016 - 07:51

...Forse non si puo' da regolamento, ma un'altra volta la società potrebbe chiedere di mandare nuovamente l'imparziale arbitro valeri e i suoi simpatici compl...ehm collaboratori, cosi' potevamo leggere fiumi di inchiostro sulle meravigliose gesta del milan come domenica scorsa.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Ven, 22/04/2016 - 09:56

Qualche giorno fa scrissi , e puntualmente censurato che per una squadra di brocchi l'allenatore ideale fosse Brocchi. Vediamo se mi censurate nuovamente.

Ritratto di joe pizza

joe pizza

Ven, 22/04/2016 - 10:02

Se non hai giocatori che sanno fare il possesso palla e qualita tecniche per entrare nell'area avversaria con triangolazioni veloci,meglio giocare piu indietro e cercare il contropiede che ti offre piu spazi,anche se giochi a S.Siro e contro il Carpi o altre squadre di bassa classifica.Avremmo qualche punticino in piu in classifica e maggior autostima

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Ven, 22/04/2016 - 10:02

Dopo Allegri abbiamo cambiato in due anni 4 allenatori ; a qualche testa pensante non é venuto il dubbio che il problema non sono gli allenatori ma la dirigenza ? Volutamente non ho parlato di giocatori perchè il problema non sono loro ma la dirigenza.

Ducale

Ven, 22/04/2016 - 10:24

Una rondine non fa primavera... soprattutto se tirata fuori dal cilindro del mago, come a Marassi contro la Samp: senza le stregonerie di Valeri e soci, probabilmente il Milan avrebbe perso, evidenziando le non colpe di Sinisa. EL a rischio, i neroverdi sono in palla e ci credono!!!

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 22/04/2016 - 10:38

Brocchi =nomen et omen, che altro???

roberto del stabile

Ven, 22/04/2016 - 10:40

BROCCHI HOMEN NOMEN brocchi si nasce brocchi si diventa e brocchi si rimane!!!!

risorgimento2015

Ven, 22/04/2016 - 10:43

Il milan rispecchia il calcio(circo) italiano attuale un sottozero ,l'unica squada interessante a mio giudizio e il sassuolo....conte dovrebbe inpiegare nella nazionale in BLOCCO! Saluti da un tifoso che segue il calico italiano da anni 50!

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Ven, 22/04/2016 - 11:14

Il Milan vale la destra della classifica. Sulla sinistra ce lo tiene quella banda di autentici brocchi strapagati che corrono e fan quel che possono.

manolito

Ven, 22/04/2016 - 11:45

il calcio dei cosidetti professionisti,molto scarsi,è una presa in giro---guardate in tv una partita senza audio ..sembrerà una gara fra scapoli ed ammogliati

cicero08

Ven, 22/04/2016 - 15:48

beh! quello di prima era un brutto Milan: Quello di ieri sera proprio ...inguardabile. Chissà come se la ride il serbo?

Ritratto di GWENDOLIN

GWENDOLIN

Ven, 22/04/2016 - 18:15

Ma li avete visti i decantati fenomeni ieri sera .....una pena indescrivibile. L'unica cosa bella che ho fatto è la disdetta a mediasetpremium. E per finire leggete beneil commento di "redy_t" ha centrato in pieno tutta la questione . No money-no party.Gwendolin