Il Milan torna a respirare: 4-1 al Chievo. Montella scaccia i fantasmi

Il Milan vince per 4-1 sul campo del Chievo Verona di Rolando Maran. I rossoneri salgono a quota 16 punti, gialloblù fermi a 15. Nel prossimo turno il Diavolo ospiterà la Juventus

Il Milan torna finalmente a respirare e vince una partita dopo tre sconfitte e un pareggio. Il Diavolo ha espugnato per 4-1 il campo del Chievo Verona di Rolando Maran frutto delle reti di Suso, Calhanoglu, Kalinic e dell'autorete di Cesar. Con questo successo i rossoneri salgono a quota 16 punti e scacciano un po' i fantasmi anche se la squadra di Montella non potrà dormire sogni tranquilli perché sabato al Meazza arriverà la Juventus dell'ex Allegri. Il Chievo, invece, resta fermo a quota 15 punti.

Il Milan di Vincenzo Montella soffre ad inizio partita contro un Chievo ben messo in campo da Maran e che al 10' va due volte vicino al gol del vantaggio prima con Cacciatore, salva sulla linea Romagnoli, poi con Radovanovic che trova la parata di Donnarumma. Al 23' è Tomovic a spaventare il Milan che però passa in vantaggio con Suso al 36' con un gran tiro a giro dei suoi che non lascia scampo a Sorrentino. Al 42' i rossoneri raddoppiano con l'autorete di Cesar su tiro di sinistro del solito Suso.

Nella ripresa è sempre il Milan ad aver in mano il pallino del gioco con Borini e Calhanoglu che vanno vicini al gol tra il 49 e il 54'. Il 55' però il minuto giusto per Calhanoglu per segnare la sua prima rete in A con un bel tiro di sinistro su assist di Kessie. Al 61' Kessie compie un passaggio suicida per Birsa che non perdona Donnarumma con un bel tiro di sinistro. Al 64' Kalinic mette al sicuro il risultato su assist di Suso. Al 74' Tomovic centra la traversa ma Donnarumma compie una grande parata sulla frustata di testa dell'ex Fiorentina, mentre all'82 è André Silva ad andare vicino al gol del 5-1.