La moglie di Rooney: "Wayne, o il calcio o la famiglia"

Rooney è stato arrestato dalla polizia per guida in stato di ebbrezza. La moglie Coleen gli avrebbe intimato di parlare con l'Everton per chiedergli di potersi fermare per una pausa di riflessione

In questa primissima parte di stagione, Wayne Rooney si sta facendo notare più per il suo comportamento fuori dal campo che per il rendimento all'interno del rettangolo di gioco. Il classe '85, qualche giorno fa, è stato fermato dalla polizia per guida in stato di ebbrezza e questa cosa naturalmente ha fatto andare su tutte le furie la moglie del fuoriclasse inglese. Rooney, secondo quanto riportano i tabloid inglesi, era al volante dell'automobile di una ragazza presente al party e pare che la stesse accompagnando a casa in quanto troppo ubriaca per guidare.

Purtroppo per Rooney, però, anche lui lo era e la notizia del suo fermo non è stata preso bene né dall'Everton né dalla moglie dell'ex Manchester United che stando a quanto riporta il Sun avrebbe intimato a Wayne di parlare con i Toffees per chiedergli una pausa di riflessione per risolvere i suoi problemi con l'alcol e per salvare il suo matrimonio. Una fonte vicina al Sun, infatti, avrebbe svelato le parole di Coleen che parlando del marito avrebbe affermato come non sia nelle migliori condizioni psicologiche per giocare e che se vuole davvero salvare il matrimonio, è arrivato il momento di mettere il calcio al secondo posto.