Mondiale, giornalista molestata costringe tifoso a scusarsi

Sono già tre le giornaliste televisive importunate al Mondiale di Russia 2018 mentre svolgono il lavoro. L'ultima è Júlia Guimarães che ha costretto il tifoso molesto a scusarsi

Sono già tre le giornaliste televisive importunate al Mondiale di Russia 2018 mentre svolgono il lavoro. L'ultima è Júlia Guimarães che aveva appena chiuso una diretta poco prima della partita Giappone-Senegal di domenica scorsa.

La giornalista brasiliana di Tv Globo e Sport Tv, pur essendo stata colta di sorpresa da un tifoso che ha cercato di baciarla sulla guancia, è riuscita a schivarlo e lo ha rimproverato duramente.“Non farlo. Non provarci mai più”, ha gridato al tifoso costringendolo a scusarsi. “Non ti autorizzo a fare una cosa del genere. Non è educato. Non è giusto. Non fare mai questo a una donna. Rispetto”. La Guimarães si è poi sfogata su Twitter: “È difficile trovare le parole. Fortunatamente, non mi era mai capitato in Brasile. Qui già due volte. Vergognoso”. La giornalista ha rivelato di essere già stata molestata a margine della partita tra Russia ed Egitto. Solo una settimana fa la giornalista svedese di Sportbladet ,Malin Wahlberg, era stata baciata da un tifoso in diretta tv davanti allo stadio di Nizhnij Novgorod poco prima della partita tra Svezia e Sud Corea. Prima di lei ad essere importunata era stata la giornalista colombiana Julieth González Therán nella città di Saransk dove un uomo l’aveva baciata afferrandole il seno e gridando “Russia campione” mentre era in diretta con “Deutsche Welle”.