Montella e le voci sul futuro: le ombre di Ancelotti e Allegri

Dopo la sconfitta con l'Inter spuntano ancora le voci su un cambio della guardia sulla panchina del Milan. Ancelotti o Allegri per dopo-Montella?

Il Milan dopo la sconfitta con l'Inter nel derby è a un bivio: la stagione può andare verso una rimonta in campionato con una grande marcia in Europa League oppure virare verso una stagione anonima. Di fatto la società ha ribadito più volte la totale fiducia nel tecnico rossonero, Vincenzo Montella. Ma radio-mercato di fatto ha già predisposto le indiscrezioni del caso su chi possa arrivare sulla panchina rossonera per il dopo "aeroplanino". E così in uno scenario tracciato da Repubblica e riportato da Sportmediaset, i nomi in pole position sono due: Carlo Ancelotti e Massimiliano Allegri. Il primo è un vecchio grande amore rossnero tornato in pista dopo la fine anticipata dell'avventura al Bayern di Monaco. Poi però le sirene inglesi potrebbero portare "Carletto" verso la Premier League che di fatto potrebbe accomodarsi su una panchina britannica dove ha già vinto con il Chelsea. La seconda suggestione è invece quella che riguarda Max Allegri. L'evolvere della stagione bianconera sarà determinante per capire quale possa essere il futuro del tecnico della Juve. Un mancato scudetto e una brusca eliminazione in Champions potrebbero segnare il suo percorso. E da qui potrebbe nascere l'idea di un ritorno a Milano. Allegri è stato l'ultimo tecnico a vincere uno scudetto col Milan. C'è da sciogliere però il nodo Bonucci. I due non andavano d'accordo alla Juve e di fatto questo potrebbe essere un ostacolo su una nuova avventura di Allegri al Milan. Ma attenzione: Max è andato alla Juve ritrovando in rosa proprio Andrea Pirlo con cui era in rotta al Milan. I due, grandi professionisti, hanno trovato un accordo e il tributo del centrocampista nelle vittorie di Allegri alla Juve è stato fondamentale. Dunque un pax tra Allegri e Bonucci non sarebbe del tutto impossibile. Ma in questo momento il Milan è saldamente nelle mani di Montella e a quanto pare società e spogliatoio hanno voglia di far ricredere i critici con nuove prestazioni che possano ridare slancio alla classifica e soprattutto al morale.

Commenti

pathos

Mer, 18/10/2017 - 12:48

Mortella è un incapace l'ultimo pacco della gestione galliani . Non so cosa ci faccia al Milan ancora adesso : forse sostenuto dalla stampa antagonista forse perché il duo fassone mira non capisce gran chè di calcio o magari perché il mondo del calcio è talmente scadente e approssimativo che non riesce a fare a meno dei bidoni e dei bluff. Un allenatore totalmente inadatto e se il milan vuole recuperare deve assolutamente mandarlo via subito.