Moratti ammette: "Alle firme con il Suning? Sì, c'è l'intenzione di chiudere"

L'ex Presidente nerazzurro, Massimo Moratti ha confermato che siamo in una fase molto avanzata nella trattativa tra Eric Thohir e Zhang Jindong che porterà l'Inter nelle mani del colosso cinese del Suning

L'Inter sta per passare nelle mani del colosso cinese del Suning Commerce Group guidato dal miliardario Zhang Jindong. Siamo molto vicini alla conclusione di una trattativa lampo che cambierà le sorti della società di Corso Vittorio Emanuele. Eric Thohir, dopo nemmeno tre anni sta per passare il testimone e ai microfoni del Corriere dello Sport ha voluto spiegare: "L’Inter è in buone mani. Con Suning renderemo l’Inter più forte attraverso un partner strategico, una realtà molto forte in Cina. Io e Moratti abbiamo fatto un buon lavoro, rendendo la società più forte. Adesso abbiamo un management da top club europeo, una cosa che non tutti in Italia posseggono. L’obiettivo è quello di costruire un’Inter globale, ma che allo stesso tempo non perda i suoi valori, una società capace di calarsi in una realtà italiana che deve crescere per competere con gli altri campionati più importanti d’Europa”.

Thohir, nel mese di gennaio, aveva iniziato a cercere dei partner che lo aiutassero a sostenere finanziariamente l'Inter: in realtà, ora, è lui ad essere diventato investetitore dato che entro il 2017 abbondonerà definitivamente la società nerazzurra acquisista da Massimo Moratti nel novembre del 2013. Nel frattempo, lo stesso Massimo Moratti, ai microfoni dell'Ansa, ha commentato così il viaggio di Eric Thohir e di alcuni dirigenti nerazzurri a Nanchino per chiudere definitivamente la trattativa con il SCG: "Con il Suning sono già alle firme? Dovrebbe essere così. Per quello che mi sembra l'intenzione è quella di chiudere". Si attende solo l'ufficialità e l'Inter passerà nelle mani di Zhang Jindong che ha tutta l'intenzione di rendere il club nerazzurro ancora più grande sia a livello sportivo che a livello commmerciale.