Moratti: "Il Suning è una garanzia per l'Inter. Mancini? Credo resti"

L'Inter è sempre nel cuore di Massimo Moratti. L'ex numero uno ha parlato del momento dei nerazzurri a margine del matrimonio di Samuel Eto'o

Massimo Moratti dopo 21 anni è uscito di scena dall’Inter. L’ex patron, però, sarà per sempre legato ai colori nerazzurri e a margine del matrimonio di Samuel Eto’o, celebrato a Stezzano in provincia di Bergamo, ha parlato di mercato e del Suning. Ecco le parole riportate dal Cds:"Mi fa piacere che la gente mi voglia ancora bene ed è carino che non si dimentichino di me, ma io sono uscito dall’Inter tre anni fa, non adesso. Ho conservato la carica di presidente onorario per un po', ma le scelte erano di altri. Da tifoso invece non mi sono mai dimesso e mai mi dimetterò. Il mercato? Mi sembra che la presenza di un gruppo solido e forte come il Suning sia una cosa importante. Il loro ingresso nel calcio italiano è una bella notizia perché è gente seria, che fa le cose per bene. Ho avuto il piacere di conoscerli a Milano, quando sono venuti ad assistere alla gara contro l’Udinese, e mi hanno fatto davvero un’ottima impressione. I loro progetti sono importanti e vogliono riportare l’Inter a vincere. È una bella notizia e mi auguro proprio che ci riescano. È stato bravo a coinvolgerli Thohir perché tra i possibili partner che poteva trovare, sicuramente ne ha scelto uno che offre ampie garanzie sotto tutti i punti di vista. Quali saranno i rapporti di forze tra di loro, è una cosa che non mi compete. Io ho venduto le mie quote a Thohir e adesso se la vedranno loro".

Moratti ha poi parlato di Mancini e di alcuni obiettivi specifici come il centrocampista ivoriano, Yaya Touré: “Mancini? Non credo che lui sia in discussione perché è un grande allenatore e può far bene dopo aver rimesso a posto molte cose in questo anno e mezzo. Touré? Se Touré arriverà o no all’Inter, dovete chiederlo a Mancini o ad altri. Il mercato dipende molto anche dal fair play finanziario e dai vincoli che vanno rispettati. Detto questo, credo che il Suning abbia tutta l’intenzione di costruire una squadra competitiva e che possa far bene. Un gruppo come il loro se ha investito nell’Inter vorrà sicuramente ottenere un certo tipo di risultati. Questa per i tifosi è una garanzia".