Mourinho dice no alla Cina: respinta un'offerta da 100 milioni di euro

Il Guangzhou Evergrande avrebbe voluto puntare tutto su Mourinho offrendogli un ricco triennale da quasi 100 milioni di euro. Secco no del portoghese

José Mourinho ha detto no ad un'offerta pazzesca in arrivo dalla Cina, più precisamente dal Guangzhou Evergrande ex club allenato da Fabio Cannavaro e Marcello Lippi. L'ex allenatore dell'Inter ha rifiutato un ricchissimo triennale da quasi 100 milioni di euro a stagione, 28 milioni di sterline più bonus. Lo Special One, però, ha deciso di aspettare dato che attende ancora una chiamata da un grande club europeo visto che è libero da fine dicembre del 2018 quando fu esonerato dal Manchester United che decise poi di puntare su Ole Gunnar Solskjaer.

Mourinho vuole tornare in sella e il più in fretta possibile anche se le panchine più prestigiose d'Europa sono tutte occupate. L'unica ancora in bilico potrebbe essere quella del Bayern Monaco dove c'è Nico Kovac che però non convince a pieno. Qualche settimana fa il portoghese aveva smentito seccamente una trattativa con il club inglese del Newcastle e precedentemente aveva respinto il Benfica: "Ho un bisogno patologico di giocare per vincere e per mia natura non sono uno che può lottare per l'ottavo posto". Difficile che l'uomo venuto da Setubal possa accettare la Super League cinese ma le vie del calciomercato sono infinite e se Mourinho non riuscirà a trovare un'offerta degna del suo nome potrebbe decidere o di accettare la sfida cinese o di stare fermo per una stagione.