Mourinho: l’Inter si è meritato il Triplete

José Mourinho è tornato a parlare della sua esperienza sulla panchina dell'Inter raccontando di come la vittoria del Triplete fosse meritata per la famiglia nerazzurra

José Mourinho e l’Inter, un rapporto importante che ha segnato sia i tanti tifosi della squadra milanese che lo stesso allenatore portoghese che a distanza di anni continua a ricordare con affetto e magari con pizzico di nostalgia il periodo passato sulla panchina nerazzurra.

Durante un’intervista a BeIN Sports, José Mourinho è tornato indietro nel tempo ed ha aperto l‘album dei ricordi per parlare nuovamente della sua esperienza con l’Inter.

Ricordando la straordinaria stagione del 2010 in cui guidò la squadra alla conquista del “Triplete”, vincendo il campionato, la Coppa Italia e la Champions League, Mourinho ha usato parole dolci per la famiglia nerazzurra.

Erano quasi 50 anni che l’Inter non vinceva la Champions League e Mourinho ha sottolineato come ci fosse un’intera generazione di tifosi che aveva il desiderio di tornare a primeggiare. Inoltre, il presidente di allora, Massimo Moratti, era figlio dell’ultimo presidente nerazzurro capace di portare la squadra alla vittoria della Champions League.

Non solo i tifosi, ma anche la famiglia Moratti cullava il sogno di riportare la squadra ai vertici in Europa. Il “Triplete”, per Mourinho, era quello che la famiglia nerazzurra si era meritata.

L'allenatore portoghese ha parlato anche di Mario Balotelli e di come all’epoca fosse molto giovane visto che aveva appena 19 anni. Per l’Inter di Mourinho, Balotelli era molto importante, anche se non giocava sempre da titolare. Tutta la squadra, infatti, aveva riconosciuto il suo talento e lo sosteneva.

E sul suo futuro, José Mourinho ha le idee ben chiare. L'allenatore portoghese vuole andare solamente dove può vincere dei titoli e si sta già preprarando alla prossima avventura. L'obiettivo è trovare un nuovo club già per questa estate, nel mese di giugno.