Muriel va alla Fiorentina. Il sogno del Diavolo si chiama ancora Morata

I rossoneri tentano lo spagnolo in prestito secco Niente scambio con Higuain. Idea Gabbiadini

C'è chi lo odia e c'è invece chi lo ama, ma quando arriva porta sempre e comunque un'ondata di novità. E anche quest'anno il calciomercato invernale è partito con il botto, con il rientro in Italia di quel Luis Muriel talento sempre promesso e finora mai esploso. Prima operazione nel primo giorno utile di trattative, quasi una rarità per un movimento che invece ha sempre prediletto l'attesa, magari riducendosi agli ultimi momenti con vere e proprie scene da circo per depositare i contratti nel tempo utile.

Il 27enne colombiano, che aveva lasciato l'Italia l'11 luglio del 2017 passando dalla Sampdoria al Siviglia, torna dunque in Italia accasandosi alla Fiorentina. Il giocatore, che era finito anche nel mirino del Milan, costerà al club viola un milione di euro per il suo prestito e altri 12 per il riscatto da esercitarsi a fine stagione. Oggi sarà a Firenze per svolgere le consuete visite mediche prima della firma del suo nuovo contratto. Per Muriel si tratta di un ritorno in un campionato che conosce molto bene, avendo già indossato in passato le maglie di Lecce, Udinese e Sampdoria collezionando complessivamente 165 presenze e realizzando 43 reti.

Un'operazione, quella imbastita dall'agente Alessandro Lucci (ancora lui, dopo l'estate scorsa che lo ha visto grande protagonista con i trasferimenti, tra gli altri, di Bonucci, Perin e Correa e i rinnovi contrattuali di Suso e Florenzi), che è stata molto semplice da portare a termine visto che il giocatore aveva dato la sua parola al direttore sportivo viola, Pantaleo Corvino, ben prima della telefonata arrivata da parte di Leonardo che lo voleva portare al Milan. I rossoneri, di fatto, si sono mossi in ritardo e ora dovranno trovare una soluzione alternativa per poter dare a Gattuso un altro attaccante che possa alternarsi a Cutrone e Higuain.

La pista che porta ad Alvaro Morata non è da considerarsi totalmente chiusa, anzi: l'attaccante spagnolo potrebbe anche accettare un prestito di sei mesi in rossonero visto che a Londra, sponda Chelsea, Sarri spesso gli preferisce Hazard nell'inedita veste di falso nueve relegando sia lui che Giroud in panchina; con tanto di possibile convivenza a Milano con Gonzalo Higuain, sul quale la dirigenza del Milan ha giurato non esserci nessuna trattativa per una sua partenza imminente. Considerando che i rossoneri sono interessati anche a Fabregas, e che il Chelsea in qualche modo deve rientrare dei molti soldi spesi, non è da escludersi un doppio colpo inglese per Leonardo e Maldini.

Un nome delle ultime ore è quello di Manolo Gabbiadini. L'attaccante del Southampton, che in campionato ha realizzato un solo gol quest'anno (lo scorso 10 novembre) in 12 partite, non scende in campo addirittura dallo scorso 8 dicembre. Il contatto tra Leonardo e l'agente del calciatore, Silvio Pagliari, per ora non ha portato ad un'accelerata, perché i rossoneri vorrebbero guardarsi bene intorno prima di prendere qualsiasi impegno visto anche che le imposizioni della Uefa (soprattutto la necessità di pareggio di un bilancio che parte da -126 milioni di euro entro il 2021), ad oggi, non permettono colpi di testa.