Nadal ancora re di ParigiPer la settima voltavince al Roland Garros

Sospesa ieri per pioggia si è conclusa la finale sulla terra rossa di Parigi: lo spagnolo si impone su Djokovic 6-4, 6-3, 2-6, 7-5. Settimo sigillo al Roland Garros, Borg si è fermato a quota sei

Rafael Nadal, ancora lui. Il campione spagnolo entra nella leggenda conquistando il Roland Garros per la settima volta. La finale sulla terra rossa parigina, sospesa ieri per pioggia, è proseguita oggi. Questo il risultato finale tra Nadal e Djokovic: 6-4, 6-3, 2-6, 7-5 per lo spagnolo. Si tratta di un record assoluto: lo svedese Bjorn Borg si era fermato a sei successi, trionfando nel 1974, 1975, 1978, 1979, 1980 e 1981. Nadal, che quest’anno ha conquistato la terza edizione di fila, aveva conquistato Parigi anche nel 2005, 2006, 2007 e 2008. Solo Roger Federer, nel 2009, è riuscito a spezzare il dominio incontrastato dello spagnolo.

Dopo l’interruzione di ieri per pioggia, Djokovic e Nadal tornano in campo con lo spagnolo avanti 2 set a 1. Nadal strappa il servizio e si porta sul 2-2. Ricomincia a piovere ma la partita prosegue. L'equilibrio tra i due giocatori viene spezzato proprio nel game decisivo: Nadal, avanti 6-5, conquista il primo match point e lo sfrutta grazie a un doppio fallo, per certi versi clamoroso, di Djokovic.

Lo spagnolo entra nel mito mentre il campione serbo di nuovo vede sfumare l’unico Slam che ancora gli manca. Per il serbo svanisce anche il sogno di mettere a segno il Grande Slam in due anni: dall’estate scorsa fino a oggi, infatti, ha vinto Wimbledon, Us Open e Australian Open. Impressionanti i numeri di Nadal, che raggiunge quota 50 tornei vinti (l’11esimo tra gli Slam).

Nadal: "Uno dei momenti migliori della mia carriera"

"C’è sempre spazio per un nuovo trofeo del Roland Garros...". Nadal non è per nulla stanco di vincere. "È uno dei migliori momenti della mia carriera, alzare questo trofeo è qualcosa di indimenticabile", dice il campione iberico nella cerimonia di premiazione. Djokovic, finito k.o. nella prima finale della sua carriera nel torneo francese, comunque è soddisfatto (amneo a parole): "Mi sento comunque fortunato ad essere qui per la prima volta. Oggi Rafa è stato il miglior giocatore: gli faccio i complimenti".