Nainggolan dà la sveglia alla Roma

«Basta distrazioni, ho scelto questa squadra per vincere qualcosa»

Vanni Zagnoli

Il miglior giocatore dell'ultima serie A è un difensore, Leonardo Bonucci, premiato al galà dell'Assocalciatori. Era dal Pallone d'oro a Cannavaro che un centrale non aveva tanta gratificazione. L'11 ideale dell'Assocalciatori è molto juventino, oltre ad Allegri e Marotta, insigniti come miglior tecnico e dirigente. Lo disegniamo con il 4-4-2: Buffon; Barzagli, Koulibaly (Napoli), Bonucci, Chiellini; Nainggolan (Roma), Pjanic (Roma), Pogba (Juve, ora Manchester United), Hamsik (Napoli); Dybala, Higuain (Napoli, ora Juve).

Niente Inter nè Milan, dunque, ma neppure Fiorentina o Lazio e neanche l'ombra delle provinciali. Il Napoli è la seconda più rappresentata, con 3 giocatori, poi la Roma, a 2, ma ai giallorossi resta solo la cresta di Radja, adesso trequartista avanzato, dunque più determinante.

Stasera (20,45, Rai2) guiderà i giallorossi verso una semifinale scontata, poichè il Cesena non sembra avere la forza anche soltanto per raggiungere i supplementari. Li ha vinti a Empoli, a Reggio con il Sassuolo ha capovolto la partita negli ultimi 5', ma in B è in zona retrocessione. Il profeta è Ciano, piedi eccellenti, anche sui calci piazzati. L'allenatore Camplone guida i romagnoli arrivati in Europa con Pippo Marchioro, nel '76, e in coppa Italia ai quarti solo nel '70-71.

E Nainggolan è il Gabbiadini del Belgio, professionista come la gemella Riana. «Anche lei è nella Roma - racconta - e da oggi sarà protagonista di un reality sul calcio femminile. Ho piacere perchè tiene molto a farlo emergere».

Il ninja è in Italia da 12 anni («Pioli mi valorizzò a Piacenza, in serie B»), insegue il primo trofeo. «Gioco sempre per vincere, non mi preoccupa il digiuno. Scelsi la Roma perchè era un progetto molto interessante, vincere qua varrebbe di più, perchè non siamo favoriti, dunque uno scudetto sarebbe indimenticabile. Abbiamo perso punti importanti, non solo a Genova, speriamo che ora lasci qualcosa la Juve».

Nainggolan ha 28 anni, è professionista dai 17, può imitare la longevità di Totti. «Bisogna vedere come si arriva ai 40. Vedo Francesco divertirsi ancora, tutti i giorni. Io cerco di migliorarmi e stare bene».