Napoli, l'avvocato Grassani conferma: "Hamsik è un giocatore del Dalian"

Il legale del club azzurro Mattia Grassani ha confermato come Marek Hamsik sia ufficialmente un nuovo giocatore del Dalian dalla serata di ieri

Dopo quasi dodici anni Marek Hamsik non è più il capitano e un giocatore del Napoli. Il 31enne slovacco è finalmente un nuovo giocatore del Dalian e andrà a guadagnare la bellezza di 9 milioni di euro netti a stagione per tre anni. Gli azzurri, invece, incasseranno un totale di 20 milioni di euro, cinque subito e 15 nel 2020. L'annuncio ufficiale è stato dato dal legale del Napoli Mattia Grassani che ieri sera ai microfoni di Radio Kiss Kiss ha svelato come la trattativa fosse andata in porto: "Hamsik è un giocatore del Dalian dalle 20.30 di questa sera".

Nei giorni scorsi la trattativa aveva subito una brusca frenata con il Napoli che aveva comunicato sui suoi canali ufficiali come la trattativa si fosse arenata per la mancanza di garanzie economiche da parte del Dalian. In realtà le parti hanno costantemente continuato a parlarsi e Aurelio De Laurentiis ha dato il nulla osta all'operazione dopo che l'istituto di credito italiano di riferimento ha verificato le lettere di garanzia rilasciate dalla banca cinese incaricata. Hamsik lascia dunque il club azzurro di cui ne è stato il capitano per tanti anni e con cui ha disputato 520 presenze complessive unite a 121 reti all'attivo in tutte le competizioni che ne fanno il giocatore che ha segnato di più nella storia del club partenopeo.

Hamsik, sul suo profilo Instagram, ha pubblicato una lunga lettera rivolta ai tifosi del Napoli per ringraziarli dell'affetto ricevuto in questi quasi dodici anni: "Per prima cosa mi devo scusare con voi tifosi azzurri: volevo, speravo, sognavo di salutarvi con un grande giro di campo abbracciato dal vostro applauso. Mi avete sempre sostenuto e amato incondizionatamente nei momenti belli o difficili: di questo ve ne sarò sempre grato".

Napoli nel cuore Per prima cosa mi devo scusare con voi tifosi azzurri: volevo, speravo, sognavo di salutarvi con un grande giro di campo abbracciato dal vostro applauso. Mi avete sempre sostenuto e amato incondizionatamente nei momenti belli o difficili: di questo ve ne sarò sempre grato. “Napoli” ce l'ho tatuato sulla pelle: così come la prima vittoria in Coppa Italia dopo 25 anni. Impossibile dimenticare quella festa impossibile dimenticare il momento in cui ho battuto il record di presenze di Bruscolotti o quando ho superato il record di gol in maglia azzurra del DIO del calcio Diego Armando Maradona. Questo mi rende estremamente orgoglioso. Qui a Napoli sono nati i miei 3 figli, napoletani a tutti gli effetti Desidero ringraziare tutti: il Presidente che mi ha dato la possibilità di rimanere qui per 12 anni e che ha accettato la mia volontà di provare una nuova esperienza; tutti gli allenatori che mi hanno allenato, ai quali devo la mia crescita come calciatore e come uomo; tutto lo staff medico, tecnico e la Società Sportiva Calcio Napoli tutta; i miei amici, dei quali sentirò la mancanza, ma che so non mi abbandoneranno mai perché sono parte della mia famiglia. Appena sarà possibile spero mi concederete un ultimo giro di campo al San Paolo, per dedicarvi e ricevere il saluto che meritiamo. Vi amo e amerò questa città per sempre. GRAZIE DI CUORE a tutti e un grandissimo in bocca al lupo ai miei compagni per il resto della stagione: spero riuscirete a vincere l’Europa League! #sempreforzanapoli

Un post condiviso da @ marek_hamsik_17_official in data: