Il Napoli sbaglia rigore e viene punito nel finale: il Besiktas si impone 3-2

Il Napoli di Sarri cade in casa per 3-2 contro il Besiktas. In gol Mertens e Gabbiadini su rigore e altro penalty fallito da Insigne, ad inizio secondo tempo

Il Napoli di Maurizio Sarri fa harakiri e perde per 3-2 in casa contro i turchie del Besiktas. Dopo il vantaggio iniziale, al 12', siglato dall'ex Barcellona Adriano, gli azzurri la riprendono per i capelli con un indiavolato Mertens, il migliore dei suio, che al 31' fa secco Fabri su assist di Callejon. Al minuto 38', però, Jorginho spalanca la porta all'attaccante camerunense Aboubakar che riporta avanti gli ospiti. Nel secondo tempo, al 49', Insigne fallisce un calcio di rigore concesso per atterramente di Fabri su Mertens. Sarri cambia: fuori Insigne, dentro Gabbiadini che al minuto 68' segna un altro calcio di rigore concesso dall'arbitro russo. Al minuto 86', però, c'è la doccia gelata per il Napoli: Aboubakar di testa, in offside, fa secco ancora Reina. Nell'altro match del girone il Besiktas ha battuto per 2-0 a domicilio la Dinamo Kiev. Il Napoli resta fermo a 6 punti in classifica.

Nel primo tempo il Napoli parte molto forte e va vicino al gol con Mertens e Ghoulam: clamorosa la prima palla gol mancata dal belga, punizione insidiosa per l'esterno algerino che per poco non beffa il portiere del Besiktas. Al primo affondo, però, i turchi passano in vantaggio con la rete dell'ex Barcellona Adriano che raccoglie un cross dalla destra dell'ex Inter Quaresma e batte Reina al minuto 12'. Gli azzurri reagiscono e al 18' si rendono pericolosi con Insigne e due minuti più tardi con il polacco Zielinski, oggi preferito ad Allan. Al 29' Mertens va ancora vicino al gol ma non impatta bene di testa. Il vantaggio, però, è maturo e al 31' arriva il pareggio proprio con Mertens che è lesto a raccogliere un bel cross dalla destra di Callejon. Minuto 38', Jorginho commette un gravissimo errore che vale il vantaggio del Besiktas: l'ex Verona appoggia un brutto pallone indietro lanciando in porta l'attaccante camerunense Aboubakar che trafigge un non irreprensibile Reina. Il Napoli è stordito ma prova una reazione con Zielinski e Callejon con Fabri che compie due parate che lasciano il risultato sul 2-1.

Il secondo tempo riparte con gli stessi 22 interpreti e il 49' è il minuto che può cambiare le sorti del match per gli azzurri. Mertens viene atterrato dal portiere Fabri e l'abitro concede il rigore: dal dischetto Insigne si fa ipnotizzare dal portiere del Besiktas che tiene incollato il risultato sul 2-1. Minuto 63', Maggio per poco non combina un pasticcio: para Reina. Minuto 68' altro rigore per il Napoli, procurato sempre da Mertens. Dal dischetto questa volta ci va il neo entrato Gabbiadini, proprio al posto di Insigne, che fa secco Fabri. Minuto 73', ancora Mertens di testa: para il portiere dei turchi. Minuto 76' gol in rovesciata annullato a Gabbiadini. Minuto 78', ancora lo scatenato Mertens che fa fuori l'avversario con un tunnel ma mette il pallone fuori. Il minuto 86', però, è quello che condanna gli azzurri alla sconfitta: punizione di Quaresma e gol di testa ancora di Aboubakar che fissa il risultato sul 3-2. L'attaccante del Besiktas era in fuorigioco. Non succede più nulla fino al 93', il Napoli perde in casa e interrompe l'imbattibilità casalinga che durava da 18 turni.

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Gio, 20/10/2016 - 08:22

Certi risultati non hanno prezzo...