Niente playout in Serie B, la Lega fa arrabbiare Pio e Amedeo

La decisione dopo la sentenza che manda in C il Palermo e che cancella i playout, condanna il Foggia alla retrocessione e lascia l'amaro in bocca al duo comico: "Questo calcio ci fa schifo"

Quella di ieri è stata una giornata campale per la Serie B. È arrivata la sentenza che ha deciso le sorti del Palermo: i giudici federali hanno condannato i siciliani alla retrocessione. Poi, in serata, il consiglio direttivo della Lega di B s’è riunito per decidere sul post-season. In ballo c’erano le date dei playoff promozione e quelle dei playout per la salvezza. E in una nota, la numero 75, è stata comunicata la decisione: i playoff, con la nuova griglia (Benevento e Pescara già in semifinale) e l’ingresso del Perugia si giocheranno rispettando il calendario fissato già prima della sentenza che ha travolto i rosanero.

La grande rivoluzione, però, è in coda. Perché la Lega di B ha disposto che “in conformità al suddetto dispositivo procede al completamento delle retrocessioni, di cui tre già avvenute sul campo in data 11 maggio 2019 (Foggia, Padova, Carpi) e la quarta (Palermo) decisa dalla giustizia sportiva”. Non ci saranno, dunque, i playout che, fino a domenica scorsa avrebbero visto Salernitana e Venezia contendersi la salvezza e che, dopo la pronuncia di ieri sul Palermo, ha dato una speranza al Foggia che “scalando” una posizione avrebbe guadagnato il diritto a giocarsi il post-season contro i granata campani.

In Puglia, dunque, s’è passati dalla speranza alla delusione in un battito di ciglia. La rabbia sportiva ha contagiato anche il duo comico foggiano di Pio e Amedeo. Grandi tifosi dei satanelli, hanno affidato alle loro piattaforme social il loro sdegno, raccogliendo subito consensi e reazioni. Senza lesinare nemmeno una stoccata a Claudio Lotito, copatron della Salernitana, definito “coso” e mai nominato.

“Quanto ci fa schifo questo calcio, quanto ci fa schifo il potere e l'arroganza, quanto ci fa schifo questo paese quando succedono queste cose – hanno scritto Pio e Amedeo - questi giocano con i sentimenti delle persone...non ce l'abbiamo con nessuna squadra, e dispiace tanto per il Palermo e dispiace anche per una piazza come Salerno, presa in giro da quel coso...perchè questo è oltre, questo è abuso di potere , perchè il calcio è della gente e ci vuole rispetto. Ci avete rotto il ca..lcio".