Olimpiadi, la "scappatella" della tuffatrice brasiliana che fa discutere: lite in diretta tv

Qualche sera fa, la bellissima Ingrid Oliveira - tuffatrice brasiliana molto amata nel suo Paese - ha invitato un altro atleta nella sua stanza, obbligando la compagna di sincro ad andarsene. La cosa è sfociata in una (furiosa) lite davanti alle telecamere

Nel corso della finale dei tuffi sincro dalla piattaforma di 10 metri, le telecamere brasiliane hanno ripreso il litigio (furioso) della tuffatrice Giovanna Pedroso con la collega Ingrid Oliveira. Il motivo? Non solo tecnico, a quanto pare. Sembra, infatti, che qualche sera prima, la bella (e amatissima dal pubblico brasiliano) Ingrid avesse portato nella propria stanza un altro atleta della delegazione brasiliana e avesse invitato - dicono, non molto gentilmente - Giovanna (sua compagna di stanza) a trovarsi un'altra sistemazione. La ragazza (comprensibilmente) non l'avrebbe presa molto bene e il giorno dopo avrebbe informato della "scappatella" di Ingrid i dirigenti del team brasiliano.

Nonostanti i vertici della delegazione olimpica abbiano cercato di sdrammatizzare il tutto, molti atleti - di rugby, di ginnastica e di hockey su prato - venendo a conoscenza dell'accaduto, hanno espresso il loro disappunto, offrendo appoggio alla Pedroso. Insomma, alla fine è dovuto intervenire il Cob, il comitato olimpico brasiliano, che, dopo una prima (affrettata) decisione di espellere Ingrid dai Giochi, ha chiesto alle due tuffatrici di mettere da parte l'accaduto e gareggiare comunque insieme. Il risultato? Le due tuffatrici sono arrivate ultime, posizionandosi all'ottavo posto. Il Cob, nel frattempo, ha dichiarato che non farà più commenti sulla vicenda, dicendo che: "I problemi interni ce li risolviamo da soli, dando sempre la priorità agli aspetti educativi e non a quelli punitivi".

Commenti
Ritratto di mariosirio

mariosirio

Gio, 11/08/2016 - 20:13

La prossima volta porta due amici...