Orsato racconta: "Dortmund? Mai vissuta una cosa simile in carriera..."

Orsato ha parlato della sua grande passione per la sua professione di arbitro: "Mi piace: nella vita mi è servito a prendere sempre una decisione"

L'arbitro Daniele Orsato ha una grande esperienza in campo nazionale ed internazionale. Domani, il direttore di gara di Schio arbitrerà l'attesissimo derby tra l'Inter di Stefano Pioli e il Milan di Vincenzo Montella. Orsato, in una lunga intervista concessa a Il Giorno, ha parlato della sua passione per l'arbitraggio: "Mi piace fare l’arbitro, nella vita mi è servito a prendere sempre una decisione, senza mai trastullarmi nell’incertezza. Poi, ad assumermi delle responsabilità: io, quarantenne, arbitro esperto, devo pensare ai giovani, agli ‘arbitrini’ che devono crescere guardando noi che siamo in Serie A. Non posso permettermi comportamenti negativi che ricadano su di loro".

Orsato ha poi parlato dell'irreale serata di Dortmund: "Mai vissuta un’esperienza così particolare. Eravamo negli spogliatoi, martedì sera, sul punto di entrare in campo, carichi a dovere, pronti a esprimere tutta la nostra forza e tutto è finito in un attimo quando ci hanno detto dell’attentato all’autobus del Borussia Dortmund e la squadra non è mai arrivata, il senso del gioco è svanito, è cominciata una storia che non dimenticherò mai. Il pubblico si è comportato in maniera straordinaria: una lezione di sportività. L’arbitro? Come se non ci fossi, non mi guardava nessuno, ero un fantasma. L’arbitro dovrebbe essere sempre così…”.