Le pagelle di Napoli-Torino

Il poker di Mertens al Torino fa volare il Napoli al terzo posto in solitaria. Ecco le pagelle de ilGiornale

Napoli

5 REINA L’erroraccio su Rossettini macchia un pomeriggio tranquillo.

6,5 HYSAJ Un treno nel primo tempo, quando costringe Ljajic a difendere.

6 ALBIOL Superbo ed impeccabile nella doppia fase fino all’inutile fallo da rigore.

6 CHIRICHES Anticipa continuamente Belotti. Inizia e finisce l’azione della quarta rete.

6,5 GHOULAM Sfiora il gol dopo due minuti, poi presidia la fascia sinistra.

7 ZIELINSKI Travolge tutto e tutti a centrocampo (28’ st ALLAN sv).

6,5 JORGINHO Comanda il palleggio fino a quando il fiato lo sorregge (24’ st DIAWARA 6 Gestisce palla con energia).

8 HAMSIK Entra in tutte le azioni. Squarta la difesa Toro con micidiali incursioni.

6,5 CALLEJON Cuce bene le trame tra centrocampo e attacco, sotto rete non è preciso.

10 MERTENS Il poker dopo il tris di Cagliari, otto gol in tre partite, una perla il quarto che impallina Hart. Dieci centri come Higuain, chiamatelo pure “falso nueve”.

6 INSIGNE Pennella assist poi si ostina nel cercare il successo personale (35’ st GIACCHERINI sv).

All. Sarri 8,5 Ha creato una macchina quasi perfetta. Giustamente incavolato con la difesa.

Torino

4,5 HART Intontito dal bombardamento dei napoletani.

5 BARRECA Insigne lo attira come una calamita fuori area.

5 ROSSETTINI Mertens è un incubo. Si toglie lo sfizio di beffare Reina.

5 MORETTI Gli azzurri non danno riferimenti e lui perde la bussola.

5 DE SILVESTRI Non è efficace nelle chiusure (11’ st IAGO FALQUE 5,5 Il rigore e basta).

4,5 BENASSI Hamsik lo porta a spasso.

4 VALDIFIORI Sovrastato da Jorginho (1’ st LUKIC 5 Tampona dove può).

5 BASELLI Non ha passo e muscoli da opporre a Zielinski (21’ st MAXI LOPEZ 5 Contributo minimo).

5 ZAPPACOSTA Provato da esterno alto affonda poco e male

5,5 BELOTTI Il gol è l’unico lampo.

4 LJAJIC Non ha guizzi e Hysaj se lo mangia.

All. Mihajlovic 4,5 Se la gioca in maniera troppo presuntuosa.

Arbitro Doveri 6 Si permette il lusso di essere troppo fiscale.