Paulinho-Tavano, l'ultima sfida chiede i gol

Il Livorno e l'Empoli - al «Picchi» tutto esaurito - dopo 42 partite di campionato e tre dei play-off si giocano, questa sera, la serie A negli ultimi 90 minuti. Dopo il pareggio nella finale di andata (Empoli in vantaggio con Tavano, nel finale Duncan) il Livorno è privilegiato dal regolamento, gli basta non perdere per tornare nell'elite dopo due anni. L'Empoli, invece, per rientrare in A dopo 5 stagioni ha un solo risultato utile, la vittoria.
Le due squadre si presentano all'ultima sfida praticamente parificate, una vittoria ciascuna nel campionato, pareggio nella finale di andata. I precedenti sono complessivamente favorevoli al Livorno: imbattuto in casa con 12 vittorie e 7 pareggi (3 e 2 nei 5 incontri in B). L'Empoli spera nella legge dei grandi numeri, spera soprattutto nell'estro di Riccardo Saponara, già acquistato dal Milan, e si affida al bomber Tavano: 93 gol fra i cadetti, a segno con entrambe le squadre. Il ventunenne centrocampista romagnolo è una delle più interessanti rivelazion: dopo 47 partite nelle due precedenti stagioni empolesi, l'allenatore Sarri ne ha valorizzato il talento e la grande personalità per la regia del gioco offensivo a beneficio di Tavano-Maccarone, 38 gol per la coppia di punta. Giocando in prevalenza sulla sinistra ha trovato piena intesa con Valdifiori. C'era il rischio che dovesse saltare l'appuntamento di Livorno in quanto convocato, con il difensore Regini, con la nazionale under 21 che si prepara alle finali europee di categoria. Ma la Lega ha concesso la deroga.
Il Livorno propone la magica annata di Bettanin Paulo Sergio Paulinho, 27enne brasiliano alla quinta stagione (tre in serie A) con gli amaranto e breve parentesi a Grosseto e Sorrento. Maturato tatticamente, talentuoso negli assist, grande opportunista sotto porta s'è rivelato sorprendente bomber con 20 centri diventando riferimento del gioco d'attacco a fianco di Dionisi e Belingheri, tridente per un totale di 47 gol. Ma stasera l'assenza di Belingheri, squalificato per il giallo ricevuto nella partita di Empoli, potrebbe condizionare la consueta impostazione tattica. Davide Nicola darà maggiore responsabilità ad Emerson e Duncan ed a Luci per frenare il contropiede empolese.
Alcune notazioni curiose: Ciccio Tavano, attuale bomber dell'Empoli, ha segnato con il Livorno nel play-off 2008-09 con promozione degli amaranto. Inconsueta la scelta dell'arbitro Tommasi, che ha già diretto i due incontri del campionato.
È la nona finale dei play-off istituiti dieci anni fa. Non fu disputata nel 2006-07: il Genoa, 3° classificato, fu promosso direttamente con Juve e Napoli avendo 10 punti di vantaggio - limite imposto dal regolamento - sul Piacenza 4° classificato. L'esperienza acquisita dovrebbe proporre opportune modifiche strutturali. Il regolamento giustamente tiene conto dell'esito del campionato, ma privilegia troppo nei confronti diretti la squadra meglio classificata che può essere promossa pur senza vincere una partita. Finora è stata promossa sempre la terza classificata, e i play-off non hanno stravolto il responso del campionato.