PNEUMATICI

Valerio Boni

Reykjavik Le temperature ancora elevate non aiutano a pensare che tra qualche settimana potrebbe essere necessario prenotare un appuntamento dal gommista per il cambio gomme stagionale. Dal 15 novembre (e fino al prossimo 15 aprile) su molte strade italiane tornerà l'obbligo di circolare con catene a bordo o pneumatici invernali montati, e quest'ultima è senza dubbio la soluzione più pratica e funzionale, poiché non solo mette al riparo dalle sanzioni amministrative, ma garantisce la massima sicurezza in tutte le condizioni di guida con basse temperature, non solo in caso di neve.

Con notevole anticipo sulla stagione, Pirelli ha presentato a giugno, in Islanda, un nuovo pneumatico invernale, con il quale si completa l'offerta nella famiglia Cinturato, destinata a chi guida auto di fascia media. Il nuovo Cinturato Winter arriva infatti dopo il P7 estivo senza compromessi e dopo l'All Season, il «quattro stagioni» lanciato un anno fa. Elementi caratteristici del Winter sono un battistrada progettato non solo per assicurare trazione sulla neve e tenuta e spazi di frenata contenuti su asfalto umido o gelato, ma anche una riduzione della rumorosità interna e esterna, oltre a un chilometraggio superiore alla media.

Questa copertura è progettata per rispondere alle esigenze dei mercati europei a cavallo delle Alpi e per quelli dell'Est, vale a dire per quei 45.000 chilometri di strade dove le temperature invernali sono spesso sotto lo zero. Le misure attualmente disponibili sono 30, per cerchi con diametro da 14 a 17 pollici, che assicurano la copertura dell'80 per cento della produzione di city-car, auto a misura di famiglia e Suv compatti.

Il Cinturato Winter si distingue per un battistrada dal disegno a freccia, per favorire una più rapida espulsione dell'acqua, che viene scaricata lontano dell'impronta, in caso di guida sotto la pioggia e ridurre il rischio di aquaplaning. Una particolare attenzione è stata riservata alla riduzione degli spazi di frenata in ogni condizione di impiego, e a questo proposito è stata sviluppata la tecnologia Multiactive 4D Sipe, che sfrutta numerose lamelle direzionali che modificano il disegno dell'impronta in funzione del terreno e dell'andatura. Quando serve la massima trazione con scarsa aderenza, le lamelle si allargano per intrappolare più neve e favorire la motricità. Se invece è necessario frenare, sempre su terreni innevati, le lamelle si irrigidiscono e compattano il battistrada favorendo il rallentamento. La tecnologia si rivela utile anche sul bagnato, poiché la mobilità delle lamelle contribuisce a scaldare la mescola della copertura, con il risultato di incrementare l'aderenza quando si guida sul bagnato.

Per questo pneumatico Pirelli ha sviluppato una soluzione il cui scopo è quello di facilitare il controllo dello stato di usura, a favore della sicurezza. Così, oltre ai classici indicatori che compaiono tra i tasselli segnalando che è stata raggiunta la soglia minima di legge di 1,6 millimetri, sul Cinturato Winter è presente la scritta Now Snow. Quando il battistrada si consuma, riducendo le prestazioni su neve, la prima «W» si cancella e compare la scritta No Snow.

Le dimensioni proposte in fase di lancio sono già ordinabili, con prezzi indicativi di circa 350 euro per quattro coperture nella misura 205 55 R16, la più popolare in questo segmento.