Ranieri controcorrente su Neymar: "Non ci vedo nulla di male"

Ranieri ha affermato: "Arriverà un giorno in cui ci saranno 20 emiri per ogni campionato, ma sempre uno vincerà, e sempre in tre andranno in serie B. Il calcio è questo, non si scappa"

Claudio Ranieri riparte dalla Ligue 1. Il Nantes dell'ex tecnico di Inter, Roma e Juventus, farà il suo esordio in Ligue 1 domenic 6 agosto alle ore 15 sul campo del Lilla. L'allenatore romano dopo essere stato esonerato inaspettatamente dal Leicester ha avuto un'altra chance e ai microfoni della Repubblica ha ripercorso il suo glorioso passato alla Foxes: "Il Leicester? Una storia irripetibile, che resterà nella storia. Ricevo ancora lettere e cartoline dai tifosi di lì, sento qualche giocatore, tutte cose che mi fanno sentire orgoglioso. Ma proprio perché fu un’avventura particolare, rimane unica. Non replicabile. Che tutti me ne parlino ancora è bello, ma l’ho messa nel dimenticatoio e guardo avanti, come sempre”.

Ranieri ha poi parlato della possibilità di tornare in Italia e del trasferimento record di Neymar al Psg: "Tornare in Italia? Mai dire mai. Il trasferimento record di Neymar al Psg? Se un proprietario ha soldi da investire e un club sano, non ci vedo nulla di male. C’è il Fair Play dell’Uefa, ma come diciamo in Italia? Fatta la legge, trovato l’inganno. Non ho ben capito i dettagli dell’operazione, ma tanto la faranno. O cambiano le regole, o si può. Del resto si sa che l’emiro del Qatar vuol vincere la Champions League, no? Arriverà un giorno in cui ci saranno 20 emiri per ogni campionato, ma sempre uno vincerà, e sempre in tre andranno in serie B. Il calcio è questo, non si scappa“.