Real Madrid, parte l'asta per Ronaldo. Su di lui Psg e Man. United

Le parole di Cr7 dopo la vittoria con il Liverpool hanno dato avvio a un'asta internazionale per il portoghese. Paris Saint Germain e Manchester United sono già alla finestra. Il prezzo? Esorbitante, per non parlare dell'ingaggio

"È stato molto bello essere al Madrid, e nei prossimi giorni darò una risposta ai tifosi, che sono sempre stati al mio fianco". Cristiano Ronaldo non le ha mandate a dire nel post-partita di Real Madrid-Liverpool. La festa dei tifosi e dei giocatori del Real è stata rovinata dalle dichiarazioni di Cr7, che in mixed zone ha ammesso che a breve ci potrebbero essere alcune novità importanti sul suo futuro. Forse lontano dalla capitale spagnola, magari in Inghilterra o in Francia, dove farebbero carte false per averlo.

Le parole di Ronaldo hanno offuscato la vittoria della "Tredicesima" e, per usare un eufemismo, non sono piaciute al presidente del Real, Florentino Perez: "Tutti hanno il diritto di parlare, ma oggi quello che conta è il club. L'importante è il club e in un giorno come questo la cosa più importante è che stiamo celebrando la Champions. Tra l'altro - ha detto aggiunto Perez - si parla sempre di lui e poi non succede nulla. Sono felice che Cristiano abbia vinto cinque Champions come me", ha chiosato il numero 1 del Real.

Il futuro di Ronaldo è appeso a un filo. Il suo contratto con i Galacticos è in scadenza nel 2021 e l'ultimo rinnovo risale al novembre 2016. Da allora, regolarmente, Ronaldo ha ingaggiato uno scontro a muso duro con la società madrilena, che ha risposto sempre picche alle sue richieste - mediate dal procuratore Jorge Mendes - di ritoccare all'insù il suo ingaggio di 21 milioni di euro. Cr7 è esoso? Fino a un certo punto, visto che Messi e Neymar guadagnano più di lui. Ai suoi occhi, un vero e proprio affronto.

Secondo Sportmediaset Manchester United e Psg stanno alla finestra. Il cartellino di Ronaldo è valutato 120 milioni di euro e chi lo vuole dovrà sedersi a un tavolo per trattare con il Real. E prepararsi ad aprire il portafoglio. Per Ronaldo parlano i numeri. Oltre ai 5 Palloni d'oro, uno i più del suo eterno rivale Leo Messi, in 9 anni a Madrid Ronaldo ha vinto 2 campionati, 2 Coppe di Spagna, 2 Supercoppe spagnole e soprattutto 4 Champions League, 3 Coppe del Mondo per club e 2 Supercoppe Uefa. Un palmarès che lo rende uno dei calciatori più vincenti della storia del calcio. Che a 33 anni ancora fa la differenza.