Il Real Madrid fa 2-2 con il Bayern e vola ancora in finale di Champions

Semifinale di Champions emozionante al Bernabeu: finisce 2-2 la sfida tra il Real Madrid e il Bayern Monaco. Gli spagnoli, in virtù del 2-1 dell'andata, volano in finale che si giocherà a Kiev il 26 maggio

Il Real Madrid di Zinedine Zidane si conferma famelico in Champions League ed ottiene la terza finale consecutiva nella massima competizione per club. I blancos, dopo aver vinto per 2-1 la sfida di andata contro il Bayern Monaco, hanno pareggiato per 2-2 il ritorno al Santiago Bernabeu. I quattro gol della partita portano la firma di Karim Benzema, autore di una doppietta, di Kimmich e dell'ex James Rodriguez invece le reti siglate dal Bayern. La partita è stata in totale equilibrio, ricca di emozioni, di occasioni da rete e di episodi dubbi. Il Bayern ha reclamato per due calci di rigore non concessi dall'arbitro turco Cakir, con uno che sembrava netto per fallo di mano di Marcelo sul finire di primo tempo. Il Real, invece, ha protestato per un contatto Hummels-Benzema considerato invece regolare dal direttore di gara. Il Real Madrid il prossimo 26 maggio si giocherà la finale di Champions a Kiev contro una tra il Liverpool di Klopp e la Roma di Di Francesco ma servirà la sfida di domani sera per conoscere la prossima avversaria dei ragazzi di Zidane che vogliono il terzo sigillo consecutivo in Champions e il tredicesimo complessivo nella sua gloriosa storia.

Il Bayern Monaco parte con il piglio giusto fin dalle prime fasi del match e al 3' passa in vantaggio con Kimmich, già in gol all'andata, che approfitta del rinvio errato di Sergio Ramos. Il Real, però, reagisce subito e pareggia al minuto 11 con Benzema che di testa fa secco Ulreich su assist di Marcelo. La partita è in totale equilibrio e al 17' Lewandowski chiede un rigore per un presunto fallo di Ramos: Cakir lascia correre. Il Bayern attacca ma al 28' Marcelo va al tiro in porta con Ulreich che dice no. L'ex James Rodriguez si divora il gol dell'1-2 al 33' e al 39' Cristiano Ronaldo di sinistro chiama all'intervento in angolo il portiere del Bayern che tira un sospiro di sollievo un minuto dopo sullo stacco di testa imperioso di Sergio Ramos che termina sull'esterno della rete. A fine primo tempo il Bayern reclama un calcio di rigore per fallo di mano, parso volontario, di Marcelo ma Cakir non è dello stesso avviso.

Nella ripresa il Real Madrid raddoppia subito grazie all'incredibile errore di Ulreich che esce male su un retropassaggio maldestro di Tolisso, scivola e spalanca la porta a Benzema che sigla il 2-0. Benzema va a terra sul contatto con Hummels al 49' ma Cakir lascia correre ancora, mentre Alaba al 51' chiama alla grande parata in angolo Navas. Al 53' Lewandowski va ancora a terra sul contatto con Ramos ma per l'arbitro turco non c'è ancora nulla. Tra il 53' e il 54' Modric prima e Cristiano Ronaldo poi non trovano il gol del 3-1 per un soffio. Al 60' Hummels va al tiro su assist di James Rodriguez ma Navas blocca in presa sicura. Al 63', però, James Rodriguez pareggia con un diagonale di destro che non lascia scampo al portiere del Real Madrid. Navas al 74' compie un intervento miracoloso su Tolisso, mentre James sbaglia tutto al 76'. Il Bayern preme fino alla fine ma i blancos tengono e staccano il pass per la finale di Kiev del 26 maggio.

Commenti

Marzio00

Mer, 02/05/2018 - 09:31

Anche quest'anno il RM "vola" in finale con le plateali spintarelle arbitrali: rigori non assegnati e cartellini non estratti (CR gran giocatore e simulatore). Non seguo più il calcio italico da anni per le medesime ragioni, farò altrettanto con la Champions.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 02/05/2018 - 11:40

chi può rubare in una sola nazione(italia) e chi in tutta europa; anche questo fa parte del gioco!