"Rigore netto", "Zapata spinge Lautaro". Guerra social tra i tifosi di Inter e Atalanta

L'Atalanta di Gasperini si è lamentata del mancato rigore concesso per il fallo di Lautaro Martinez su Toloi. Sui social i tifosi hanno intrapreso una battaglia ironica e pungente

Non si placano le polemiche attorno ad Inter-Atalanta con i nerazzurri di Bergamo che hanno contestato la decisione dell'arbitro Rocchi e del Var Irrati di non punire con il calcio di rigore il placcaggio di Lautaro Martinez ai danni di Rafael Toloi con il difensore brasiliano intento a ribadire in rete una respinta di Handanovic sul suo precedente tentativo aereo. Per l'argentino dell'Inter ci sarebbe stata anche l'espulsione in quanto chiara occasione da rete.

Il direttore di gara e la tecnologia hanno deciso che non ci fosse stato niente di punibile ma a fine partita è divampata la polemica con Gasperini che ha riservato una stoccata alla terna arbitrale: "Il rigore su Toloi? Non so perché non l'hanno fischiato... Queste cose sono brutte e gravi: incomprensibile. Questi episodi tolgono valore al Var: era un caso clamoroso".

Guerra social

In queste ore su Facebook, Twitter ed Instagram, è spuntato un video nel quale si vede Duvan Zapata spingere Lautaro Martinez anche se l'immagine è poco chiara. I tifosi di Atalanta, Inter e di altre squadre sui social network hanno provato a spiegare le loro ragioni sui socia e hanno intrapreso una battaglia pungente e ironica.

Olre le polemiche

Resta il fatto che Inter-Atalanta è stata una delle partite più intense e belle del campionato di Serie A con due squadre che si sono affrontate viso aperto dal primo all'ultimo minuto. Il miglior attacco del campionato contro il terzo miglior attacco e la miglior difesa hanno chiuso sull'1-1 con la Dea che ancora una volta ha dimostrato di avere le idee chiare e un allenatore che in quasi quattro anni ha dato un'identità ben precisa alla sua squadra. Di contro l'Inter ha sofferto molto nell'ultima mezz'ora ma come dice il suo allenatore ha saputo tener botta e ha portato a casa un punto prezioso per la lotta scudetto. Il salentino al suo primo anno sulla panchina dei nerazzurri sta incantando e se questa sera la Juventus non batterà la Roma saranno anche campioni d'inverno.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Commenti

ArchStanton

Dom, 12/01/2020 - 15:44

Siccome il fuoco delle prefiche della moralità sta già sparando ad alzo zero, facciamo un ragionamento che non è etico ma è politico. Fine primo tempo, stai perdendo, non ti danno un rigore sacrosanto. Ti incupisci. Corretto (ragionamento etico). Fine secondo tempo, stai pareggiando, ti danno un rigore ampiamente inesistente per compensazione. Corretto (ragionamento politico). Però, nel caso del primo tempo, se segni, pareggi e comunque ti rimane ancora tutto il secondo tempo da giocare e quindi il risultato è per nulla scontato; nel caso del secondo tempo, al contrario, mancano due minuti alla fine, se segni e poi spari palloni a Como per cinque minuti hai vinto. Ergo: ti hanno negato un rigore sacrosanto che però non ti avrebbe risolto la partita ma te ne hanno dato uno inesistente che ti avrebbe messo al sicuro. Quindi, piantiamola lì di fare i penalizzati. Se Muriel avesse segnato tutta 'sta polemica non ci sarebbe stata e non c'è diritto di polemica quando l'aspetto politico domina su quello etico.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Dom, 12/01/2020 - 19:17

Arbitro e var scandaloso.