Rio 2016, l'Italia sorride con il Setterosa e con il beach volley maschile

L'Italia del beach volley maschile, con Lupo e Nicolai, e il Setterosa femminile giocheranno le semifinali nelle rispettive discipline

L'Italia della pallanuoto femminile e del beach volley maschile volano in semifinale e diventano l'orgoglio azzurro alle Olimpiadi di Rio de Janeiro. Il Setterosa, domani alle ore 21:30 italiane, se la vedrà contro la temibile Russia, dopo aver sconfitto agevolmente la Cina per 12-7. Le ragazze del commissario tecnico Fabio Conti stanno stupendo per la loro autorevolezza e per la loro praticità: organizzate in difesa e spietate in attacco. Nell'altra semifinale gli Stati Uniti sfideranno l'Ungheria. Conti, al termine del match contro le cinesi è parso soddisfattissimo del rendimento delle sue ragazze: "Volevamo venire qui in Brasile e fare questo tipo di percorso. Adesso ci siamo, ed è bello. Ora vogliamo divertirci. Anzi i quarti di finale di oggi hanno dimostrato che ci sono stati ribaltoni incredibili, vista la brillantezza, la voglia dii sorridere di queste ragazze, dal primo momento in cui abbiamo messo piede nel Villaggio olimpico? Ora vediamo di arrivare fino alla fine. La semifinale? La Russia, come si è visto oggi, ha cambiato faccia in un giorno spazzando via la Spagna che era una delle candidate, vicecampione olimpica".

Nel beach volley maschile, invece, la coppia Lupo/Nicolai ha centrato una storica semifinale per l'Italia. I nostri due atleti si sono imposti per 2-1 contro i russi Liamin-Barsuk, con i parziali di (21-18, 20-22,15-11). Questa notte alle ore 4 italiane, 23 brasiliane, il nostro duo affronterà ancora due russi, Krasilnikov-Semenov, mentre nell'altra semifinale, i padroni di casa del Brasile Schmidt-Cerutti se la dovranno vedere contro gli olandesi Meeuwsen-Brouwer. Un'altra vittoria darebbe la certezza di una medaglia, d'oro o d'argento, a due atleti che già a Londra furono vicini ad entrare nei primi quattro posti. Una sconfitta contro la Russia, invece, darebbe la possibilità ai nostri colori di poter giocare solo il bronzo, cosa che Lupo e Nicolai vogliono assolutamente scongiurare.