Ronaldo tradisce il Portogallo

CR7 sbaglia anche un rigore. E l'Austria ringrazia. Grande equilibrio nel gruppo F

Nel Gruppo F l'equilibrio regna sovrano. Il Portogallo domina l'Austria ma non riesce a sbloccare il risultato, nonostante un rigore fischiato da Rizzoli a dieci minuti dalla fine che Ronaldo stampa sul palo. Ora la classifica è fluida con la sorprendente Ungheria in testa a 4 punti, Islanda e Portogallo a 2, Austria a 1. Tutto è possibile, eliminazioni a sorpresa incluse. Nell'ultimo turno, mercoledì 22 alle ore 18, Ungheria-Portogallo e Islanda-Austria. Partono bene i lusitani che, intorno al decimo minuto, con Nani e Ronaldo sfiorano il gol. Nani che prende anche il palo al quarto d'ora. Prima del riposo sfiora il vantaggio ancora Cr7 ma il suo tiro è piuttosto fiacco. Il Portogallo domina, ma prima della fine del primo tempo Vierinha salva su Alaba.

Nella ripresa il canovaccio non cambia, il Portogallo monopolizza la palla anche se all'inizio Ilsanker testa la presa di Rui Patricio. Poi è sempre Ronaldo a mancare il vantaggio in due occasioni. È un duello personale con Almer. Esce il talento Alaba e l'Austria sembra spegnersi. Poi il rigore per trattenuta ai danni di Cristiano Ronaldo. Batte forte e sicuro, spiazza Almer ma il palo salva l'Austria.