Rossa o Frecce? Il motore deciderà la sfida

Tecnicamente, esistono buone possibilità di valutazione, per il confronto di vertice a Melbourne, in tema di autotelai, ma non in fatto di motori, perché sono mancate indicazioni complete da parte della British-Mercedes nei tests invernali di Barcellona. La Stella a tre punte si è nascosta, pur facendo sapere che era impegnata in un collaudo a fondo della nuova versione del proprio V6, perfezionato prevalentemente nel manovellismo. Al contrario, i progressi della Ferrari sono stati molto chiari, sia per l'efficacia di telaio, sia per l'incremento di potenza del motore. E sulla stessa linea si possono considerare i notevoli passi avanti della Renault. Per fare luce sul caso-Mercedes, tuttavia, sono subentrati riscontri paralleli, nei tempi parziali, con estensioni o estrapolazioni, che danno molta certezza: sarà ancora il motore più potente d'inizio stagione, ormai alla soglia dei mille cavalli. Pochi in più del diretto avversario di Maranello ed è evidente che il confronto sarà molto serrato. Quindi, deciderà la resa complessiva della macchina, che sembra molto alta per una Mercedes tanto progredita nelle geometrie e nei cinematismi delle sospensioni, oggi che si devono affrontare le caratteristiche nuove delle gomme molto allargate. E la sorpresa del grande passo avanti della Ferrari in fatto di telaio finisce per riportare la contesa sul piano motoristico. Quanto alla terza forza della Renault, in grande ascesa durante le sperimentazioni di Barcellona, il passo potrà essere brevissimo, se appena le sorprendenti mappature di Illien sulla versione TH potranno estendersi al sei cilindri della vettura ufficiale, proprio ai livelli della Rbr. E, perché no, anche sulla Str, che pure si è rinforzata in materia di telaio. Una contesa tecnica appassionante, tutta da verificare.

Commenti

Angelo664

Mar, 21/03/2017 - 09:15

Considerazioni corrette, alla luce dei test invernali che dicono e non dicono, nel senso che fanno vedere quello che le squadre vogliono svelare. Alla fine il vero valore dei mezzi in campo lo dirà la prima griglia di partenza. Quando tutti combatteranno ad armi pari e daranno il massimo possibile. 1000 cavalli ??? Ma una volta non erano troppi ? Adesso per lo spettacolo vanno bene ? Mah... Secondo me sono sempre troppi. Quel che deprime ora, come nel periodo dei turbo è il rumore dei motori che borbottano e fanno un rumore rauco. Che bello era sentire cantare un 12 cilindri ? Anche il 10 a 19000 giri era buono così come il V8 delle ultime stagioni prima dell'ibrido. Era una musica. Mi ricordo a Monza, seduto alla Ascari sentivi le auto che uscivano dai box sul rettilineo opposto e ti veniva la pelle d'oca per il suono che emettevano quei motori gioiello. Adesso è come sentire un turbodiesel ... mah ...

il corsaro nero

Mar, 21/03/2017 - 10:12

@Angelo664: sono pienamente d'accordo con lei!

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 21/03/2017 - 11:06

Invece di investire su macchine a "benzina", dovrebbero andare su quelle elettriche, cosi' finalmente avremmo uno sviluppo serio.

veromario

Mar, 21/03/2017 - 11:32

meglio sarebbe a pedali,ma mi faccia il piacere.

nordest

Mar, 21/03/2017 - 12:24

Ma dove pensano i andare con questi cartocci ;cosa si vuole prettamente da dei comunisti il risultato è chiaro .altro non saprebbero fare