Sampdoria, Sinisa Mihajlovic lascia la panchina

Il tecnico serbo non sarà l’allenatore della Sampnella prossima stagione. Il saluto con una lettera aperta sul sito della società

Sinisa Mihajlovic non sarà l’allenatore della Sampdoria nella prossima stagione. A confermarlo è lo stesso tecnico serbo, attraverso una lettera aperta sul sito della società. "Cari tifosi blucerchiati, è arrivato per me il momento più difficile, quello dei saluti - scrive - Queste sono le mie ultime parole da tecnico della Sampdoria. Si chiude qui la mia avventura. E voglio approfittare di questo spazio per salutare tutti, fare un bilancio e spiegare le ragioni della mia decisione di lasciare".

"Il 21 novembre del 2013, presi la squadra in una situazione molto difficile, in coda alla classifica, sfiduciata, in crisi di gioco e risultati. La lascio ora settima - commenta Sinisa Mihajlovic -, dopo essere stata anche terza alla fine del girone d’andata. Se andrà in Europa League non lo so. Dipenderà da carte bollate, ma io sono un uomo di campo, e come tale faccio i complimenti a chi è arrivato prima di noi, a partire dal Genoa. Anche se ritengo per il campionato svolto che la Samp possa essere una degna rappresentante dell’Italia in Europa". Mihajlovic si dice orgoglioso di quanto fatto, "chi verrà dopo di me troverà una squadra che ha cultura del lavoro, che sa cosa significa impegno, professionalità, fatica e dare il massimo negli allenamenti e in partita". Ricorda, al momento del suo arrivo nel novembre 2013, di aver "accettato l’incarico per un atto di amore e di riconoscenza. Non ho mai dimenticato che la Samp mi aiutò in un momento difficile della mia carriera di giovane calciatore. Quando in
difficoltà c’è stato il club non ho potuto dire di no. Ora però la Samp sta bene e io credo di aver saldato il mio debito morale".

Commenti

linoalo1

Lun, 01/06/2015 - 12:11

Come sempre,sono gli Allenatori che pagano!Ma,la colpa è sempre e solo loro?

Ritratto di roberto-sixty-four

roberto-sixty-four

Lun, 01/06/2015 - 13:45

beh linoalo1, premetto che io sono come te dell'idea che l'allenatore non incide troppo nell'andamento e nella bontà di una squadra (magari sbaglio e' ovvio), ma un allenatore che storce il naso all'arrivo di eto' o a gennaio e che da quel periodo ci ha ( a noi Sampdoriani) rotto le OO con il vado, no, forse resto, ma semmai....... Insomma non e' che ci abbia fatto un granche' bene...Poi se ci metti che i media cittadini notoriamente schierati dall'altra parte della citta' su questa "tititera" ci hanno marciato alla grande proprio per destabilizzare l'ambiente con la scusa del dovere di cronaca, ecco il quadro completo. Per me grazie a Sinisa per l'anno scorso, per l'andata di ques'anno e vai con Dios! Uno che parla meno e' graditissimo.