Senza Higuain, il Napoli frena a Livorno

Sotto un pari per Benitez. Genovesi e Parma ok, la Lazio passa a Firenze

Un Napoli a corto di benzina nelle gambe e nella testa, oltre che orfano di Higuain, stecca an­cora contro una delle «piccole» del campionato. Altri due punti gettati al vento nel weekend in cui anche la Roma aveva rallenta­to la marcia, il tutto alla vigilia del­la sfida diretta del San Paolo. A Li­vorno un rigore di Mertens pro­curato da Pandev - il sostituto del Pipita ma ovviamente non al­l’altezza dell’argentino­ illude la squadra di Benitez, poi il rocam­bolesco pa­reggio con la deviazio­ne sfortunata di Reina nella pro­pria porta sull’iniziativa di Mbaye. Nel secondo tempo me­glio i labronici che trovano un punto pesante in chiave salvez­za.

A Firenze va in scena la prote­sta contro gli arbitri da parte del popolo viola. Venticinquemila tifosi della Fiorentina hanno la­sciato vuoti gli spalti del «Fran­chi » per dieci minuti durante la sfida con la Lazio. I biancocele­sti sbloccano il match dopo 5 minuti con Cana e difendono con i denti il prezioso successo che allontana la squadra di Montella dal terzo posto. Ral­lenta il Verona, fermato in casa dal Bologna, successi per le due genovesi: pesante quello della Samp a Torino. Il Parma coglie il 14˚ risultato utile di fila.