Serbia piegata: Italvolley ai Giochi

A Bari secco 3-0 per gli uomini di Blengini. Bene Giannelli e Zaytsev

Valigie chiuse, si va Tokyo. L'Italia maschile del volley abbatte lo spauracchio Serbia e intasca il biglietto per i Giochi Olimpici dell'estate prossima. Finisce 3-0 (25-16, 25-19, 25-19), si chiude in gloria proprio come per le ragazze di Mazzanti, che una settimana fa a Catania tracciarono la stessa strada verso l'Oriente.

La pallavolo azzurra si conferma così una solida realtà, in Giappone avremo entrambe le selezioni, dopo aver qualificato anche il Settebello campione del mondo nella pallanuoto e il softball femminile. Al PalaFlorio di Bari gli azzurri partono forti, tramutano in punti tutte le aspettative e i buoni propositi della vigilia: l'avvio sprint mette il terrore negli occhi degli avversari, c'è estremo sincronismo tra palleggiatori e attaccanti e l'aggressione immediata è il fine principale per non far giocare gli ospiti. Massima attenzione nel neutralizzare Aleksandar Atanasijevic, il muro tiene a bada Nikola Jovovic, in più i serbi sbagliano tanto (18 punti regalati) e seminano per strada timori e incertezze. Prima di ieri sera avevano ceduto un solo set, contro l'Australia, dominando a piacimento per tutto il resto del tempo, stavolta i ragazzi di Nikola Grbic devono alzare bandiera bianca al cospetto di un'Italia che trae beneficio da un Antonov in fiducia, dalle battute di Zaytsev ai 130 all'ora e soprattutto da un Simone Giannelli in serata di grazia.

Tre ace azzurri a conti fatti, un primo set da manuale, un secondo set col pilota automatico e poi punto a punto per il terzo verso l'Olimpiade. E anche per vendicare la batosta del Mondiale dell'anno scorso, quando a Torino proprio i serbi compromisero tutto il nostro cammino iridato battendoci con un netto 3-0. Stavolta però gli azzurri sono tra le sei nazionali vittoriose dei rispettivi gironi preolimpici e raggiungono il Giappone, già qualificato in quanto padrone di casa.

Restano libere altre cinque caselle, quegli ultimi posti verranno assegnati attraverso gli altrettanti gironi continentali previsti dal 6 al 12 gennaio 2020, a cui per merito nostro prenderà parte anche la Serbia. Invece l'Italvolley di Gianlorenzo Blengini, argento a Rio 2016, è già a Tokyo e ormai non manchiamo un'Olimpiade da Montreal 1976. La storia continua.