Serie A, l'Inter batte 2-1 la Spal e si prende il comando della classifica

Serie A, una doppietta di Lautaro Martinez ha permesso all'Inter di Conte di battere 2-1 la Spal e di superare la Juventus in vetta alla classifica. Vittorie per Lazio e Milan

Dopo gli anticipi di ieri che hanno visto le vittorie di Torino, Lecce e Atalanta, la 14esima giornata di Serie A è proseguita oggi con la sfida dell'ora di pranzo tra la Juventus di Sarri e il Sassuolo di De Zerbi finita a sorpresa per 2-2 frutto delle reti di Bonucci, Boga, Caputo e Cristiano Ronaldo. Alle 15 si sono giocate altre tre partite:

Inter-Spal 2-1

L'Inter di Antonio Conte gioca una partita gagliarda contro la Spal di Leonardo Semplici, vince 2-1 grazie alla doppietta del Toro Lautaro Martinez e si prende la vetta della Serie A complice il pareggio casalingo della Juventus contro il Sassuolo. La sfida del Meazza, sotto una pioggia fredda e battente, è stata a senso unico in favore dei nerazzurri nella prima frazione, con i due gol dell'argentino e altre tante chance per colpire. La ripresa, invece, è stata molto più equilibrata con il best gol di Valoti, al 50', che ha tenuto in bilico fino alla fine la partita. L'Inter però ha dimostrato grande tenuta fisica e mentale e con questo preziosissimo successo si porta a quota 37 punti, a più uno sulla Juventus di Sarri che subisce così il sorpasso da parte dei rivali nerazzurri. Da segnalare l'infortunio di Gagliardini: non una buona notizia per Antonio Conte che ha tre centrocampisti contati al momento. La Spal resta invece penultima a quota 9 punti con il rimpianto di aver giocato sono nella ripresa e con il risultato già compromesso. L'Inter non aveva mai vinto dodici partite in campionato nelle prime quattordici giornate e questo è l'ennesimo record targato Antonio Conte.

Il tabellino

Inter: Handanovic; D'Ambrosio, de Vrij, Skriniar; Candreva (80' Godin), Gagliardini (79' Borja Valero), Brozovic, Vecino, Lazaro (76' Biraghi); Lukaku, Lautaro Martinez.

Spal: Berisha; Tomovic, Vicari, Igor (82' Mastrilli); Strefezza(42' Cionek), Murgia, Valdifiori (70' Floccari), Valoti, Reca; Kurtic; Petagna.

Reti: 16' e 41' Lautaro Martinez (I), 50' Valoti (S)

Parma-Milan 0-1

Il Milan di Stefano Pioli torna finalmente alla vittoria e lo fa al 90' con un gol di Theo Hernandez abile a ribadire in rete una conclusione di Bonaventura respinta da Sepe. La gara del Tardini è stata tirata, equilibrata e ricca di occasioni da gol da ambo le parti con i rossoneri che hanno saputo soffrire e colpire nel momento giusto, anche con un pizzico di fortuna che non basta mai. Il Milan, però, ha dimostrato di avere più voglia di vincere e con questo successo si porta a quota 17 punti come il Torino, al decimo posto della classifica e proprio a meno uno dal Parma che resta fermoa a quota 18.

Il tabellino

Parma: Sepe; Darmian, Iacoponi, B. Alves, Gagliolo; Hernani, Brugman (64' Grassi), Barillà (71' Cornelius); Kulusevski, Kucka, Gervinho (88' Sprocati)

Milan: Donnarumma; Conti, Musacchio, Romagnoli, Theo Hernandez; Kessié (73' Krunic), Bennacer, Bonaventura; Suso, Piatek (64' Rafael Leao), Calhanoglu

Reti: 89' Theo Hernandez (M)

Lazio-Udinese 3-0

La Lazio di Simone Inzaghi consolida il terzo posto con una vittoria netta contro l'Udinese di Gotti. I gol della vittoria portano la firma di Immobile, autore di una doppietta, e Luis Alberto. I biancocelesti si confermano la terza forza del campionato e con un Immobile così anche la nazionale italiana di Roberto Mancini può pensare in grande. La Lazio dunque sale a quota 30 punti, a meno sei dalla Juventus seconda e a meno sette dall'Inter capolista. I bianconeri invece restano fermi, sotto la metà della classifica a quota 14 punti.

Il tabellino

Lazio: Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic, Leiva (76' Cataldi), Luis Alberto (80' Anderson), Lulic (64' Jony); Correa, Immobile.

Udinese: Musso; Rodrigo Becão, Troost-Ekong, Nuytinck; Stryger Larsen, Mandragora, Walace, De Paul (60' Fofana), Samir; Nestorovski, Okaka (82' Teodorczyk)

Reti: 9' e 27' Immobile (L), 46' Luis Alberto (L)

Alle 18 il Napoli di Carlo Ancelotti proverà a tornare alla vittoria in casa contro il Bologna di Sinisa Mihajlovic, mentre alle 20:45 la sfida tra l'Hellas Verona di Ivan Juric e la Roma di Fonseca chiuderà la domenica calcistica. Domani alle ore 21 il Cagliari dei record di Rolando Maran ospiterà la Sampdoria di Claudio Ranieri e questa sfida del monday night chiuderà la 14esima giornata di Serie A.

La classifica di Serie A: Inter, 37, Juventus 36, Lazio 30, Cagliari, Roma e Atalanta 25, Napoli 20, Parma e Verona 18, Torino e Milan 17, Fiorentina 16, Sassuolo, Lecce, Udinese 14, Bologna 13, Sampdoria 12, Genoa 10, Spal 9, Brescia 7.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?