Serie A, Milan-Roma 2-1

I rossoneri tornano alla vittoria e inguaiano la Roma che ora rischia il controsorpasso della Lazio

Il Milan si aggiudica il posticipo della 35esima giornata di Serie A al Meazza, battendo per due reti a uno la Roma, con un uno-due di Van Ginkel e Destro, a cui replica Totti su rigore. I giallorossi restano a 64 punti e ora rischiano il controsorpasso da parte dei cugini della Lazio, che sono a quota 63 e domani giocano all’Olimpico contro l’Inter. I rossoneri invece agganciano i rivali nerazzurri all’ottavo posto e ritrovano slancio.

Le due squadre scendono in campo con formazioni rimaneggiate. Il Milan è senza Menez e De Sciglio, con Montolivo, Rami, Essien e El Shaarawy infortunati e con l’Cerci finito ko in extremis. SuperPippo parte con il tridente formato da Honda, Destro e Bonaventura e con De Jong in mezzo al campo.

Garcia, con i soliti Strootman, Castan e Maicon fuori uso, conferma il tris offensivo formato da Gervinho, Doumbia e Ibarbo. L’inizio del match è giallorosso, ma è il Milan al 12’ ad avere l’occasione migliore, con Honda, sul quale salva De Sanctis. Pochi minuti dopo replica la Roma, con Manolas che prende il palo di testa. Al 30’ esce Gervinho per infortunio sostituito da Ljajic. Il finale è tutto del Milan, al 37’ Bonaventura approfitta di testa di un buco di De Rossi e De Sanctis para d’istinto. È il preludio al gol, che arriva al 40’: Honda serve Van Ginkel, che di piatto infila in rete. Nel secondo tempo la Roma cerca il pareggio.

Al 53’ Florenzi tenta un gran tiro al volo da posizione impossibile, bella l’esecuzione ma palla fuori. Poi però è il Milan che torna in cattedra e al 59’ raddoppia con con la rete dell’ex, di Mattia Destro. Garcia sostituisce Ibarbo con Iturbe, ma è ancora il Milan a sfiorare il gol, con Bonaventura che al 62’ si ritrova a tu per tu con De Sanctis e spreca fuori. Roma nervosa: Florenzi e Pjanic si fanno ammonire, la squadra conclude poco, ma al 73’ pasticcio di De Jong che controlla male dal limite e travolge Itorbe. Rigore: batte Totti, entrato al posto di Pjanic, la palla passa sotto la gamba di Diego Lopez e s’insacca. All’80’ è un sinistro potente di Iturbe a venire deviato in angolo da Diego Lopez. La Roma ci crede e preme, ma il Milan stringe i denti e porta a casa i tre punti.

Commenti
Ritratto di wilegio

wilegio

Dom, 10/05/2015 - 00:00

Di Italiani... di cinesi... o di thailandesi? Ci faccia capire!

montenotte

Dom, 10/05/2015 - 00:33

Le dichiarazioni del presidente Berlusconi sulla maggiore o totale presenza di giocatori italiani nel Milan trova la mia totale approvazione. Mi tornano in mente le parole, anche se un po colorite, del Presidente Federale Tavecchio che per aver detto una santa verità è stato messo alla gogna senza pensare che non era una dichiarazione razzista, poiché quasi tutte le squadre professionistiche hanno assunto calciatori extracomunitari, spesso imposti da procuratori senza scrupoli, che al massimo potevano giocare in seconda categoria dilettantistica per le caratteristiche tecniche che avevano: e questo con il razzismo non ha nulla ha che fare.

emigrante

Dom, 10/05/2015 - 07:47

Forse si trattava di un anticipo, e quanto all'aggancio dei Nerazzurri, (purtroppo!) ci sono ancora tre punti di svantaggio, pur con una partita in più. Comunque, in quest'anno disgraziato, battere la Roma è già una soddisfazione.

Alessio2012

Dom, 10/05/2015 - 09:35

Se dice così, aspettiamo la prossima legge dei comunisti che gli imporrà di avere 5 stranieri in squadra per forza.

abstract-6

Dom, 10/05/2015 - 10:06

Nonostante la sfortunata stagione, con questa vittoria il Milan ha risollevato il morale dei tifosi di casa. Gli restano poche partite per dimostrare che è ancora una grande squadra.