Serie A, la Roma travolge l'Udinese

Debutto più che positivo in campionato per la Roma di Spalletti. Davanti al proprio pubblico, nel primo anticipo della serie A 2016-2017

Debutto più che positivo in campionato per la Roma di Spalletti. Davanti al proprio pubblico, nel primo anticipo della serie A 2016-2017, i giallorossi hanno battuto per 4-0 l’Udinese di Beppe Iachini. A decidere la sfida la doppietta di Perotti (entrambe le reti su calcio di rigore) e i gol del ritrovato Dzeko e di Salah.Nei padroni di casa, orfani degli infortunati Rudiger, Mario Rui, Florenzi, Torosidis e Nura, oltre che del giovane Sadiq, che oggi ha terminato alla grande l’avventura olimpica, Luciano Spalletti ha riproposto il 4-3-3 con l’attacco «pesante», tenendo a riposo De Rossi, seduto in panchina al fianco di Alisson, Totti, Gerson e Iturbe. In campo, invece, Bruno Peres, Manolas, Vermaelen ed Emerson a protezione di Szczesny; Paredes, Nainggolan e Strootman (capitano) sulla linea mediana; con Salah, Dzeko ed El Shaarawy (sostituito al 12’ della ripresa da Perotti) in attacco.Negli ospiti, privi dello squalificato Thereau e degli infortunati Wague e Faraoni, Beppe Iachini ha schierato una formazione guardinga (3-5-1-1), inserendo dal primo minuto Heurtaux, Danilo e Samir davanti a Karnezis; Widmer, Badu, Hallfredsson, Fofana e Ali Adnan a centrocampo; con De Paul a sostegno dell’unica punta Zapata. Al 10’ il primo tiro in porta della gara è firmato dal neo acquisto della Roma Bruno Peres: il suo destro violento dalla distanza viene respinto da Karnezis. Un minuto dopo risponde l’Udinese: bella giocata di Hallfredsson, palla in profondità per Zapata, il quale calcia debolmente, con Szczesny che blocca la sfera.

Al 15’ Salah scappa via a destra, crossa al centro per Dzeko: il bosniaco, pronto a colpire, è però anticipato all’ultimo da Danilo, che devia la palla oltre la traversa. Due minuti più tardi i friulani reclamano un penalty per un dubbio contatto in area fra Widmer ed Emerson: l’arbitro giustamente lascia correre il gioco. Al 33’ Dzeko stoppa una palla difficile ed El Shaarawy conclude dal limite: tiro violento ma centrale. Al 42’, su cross dalla trequarti, sempre il bosniaco impatta di testa la sfera, bloccata facilmente da Karnezis.Nella ripresa i capitolini aumentano il ritmo. Al 3’, su un cross da destra del solito Salah, Nainggolan calcia (col piatto sinistro) da due passi ma la sfera termina alta. Al 9’, su un bel traversone da sinistra di Emerson, Dzeko colpisce al volo e Karnezis compie un miracolo, salvando i suoi compagni. Quattro minuti dopo Bruno Peres crossa da destra, Samir devia in modo maldestro la sfera ma il neoentrato Angella sventa tutto proprio sulla linea.

Passano altri tre minuti e Salah, col classico sinistro a girare, sfiora il palo. La svolta del match al 19’: Bruno Peres serve in profondità Dzeko, bravo a sterzare. Danilo lo atterra e Di Bello concede il sacrosanto penalty: è il 20’ e Perotti segna con grande freddezza. Quattro minuti dopo Manolas sfiora il 2-0 con un bel colpo di testa. Al 30’ il secondo rigore e anche il secondo gol di Perotti e della Roma. Proprio l’esterno argentino serve in profondità Salah, che salta Karnezis, prima di essere steso da Badu. Altro penalty freddo (con cambio di lato) dell’ex Genoa. Da qui in poi i padronio di casa dilagano. Al 37’ segna Dzeko, con tap-in da due passi, su assist in spaccata di Nainggolan. Due minuti più tardi arriva il poker: sul traversone di Perotti dalla fascia sinistra, Salah prima impatta di testa e poi, a seguire della ribattuta disperata di Karnezis, insacca a porta vuota. Vittoria della Roma meritata; punteggio troppo severo per l’Udinese. Appuntamento per i capitolini a martedì sera, impegnati nella gara di ritorno dei preliminari di Champions League, sempre all’Olimpico, contro il Porto.