Spalletti si difende: ''Il papà di Lautaro danneggia il figlio e l'Inter''

Luciano Spalletti nella conferenza stampa prima della trasferta a Roma ha risposto alle dure critiche del papà di Lautaro Martinez: ''Con quelle parole danneggia Lautaro e la squadra''

Luciano Spalletti risponde alle critiche via social del papà di Lautaro Martinez: ''Attaccando me danneggia l'immagine del 'Toro' e il suo rapporto con i compagni di squadra''.

Giusto il tempo di leccarsi le ferite per la sconfitta di Wembley, l'Inter riparte dalla delicata trasferta all'Olimpico con la Roma di domenica sera. Luciano Spalletti intervenuto nella conferenza stampa della vigilia esprime le sue sensazioni per il ritorno nella capitale: ''E' uno stato d'animo di quelli che mi piacciono perché faccio questo lavoro da molti anni, mi piace. Tornare in una città dove ho vissuto per anni e ho legami bellissimi mi fa piacere. Andiamo a giocare la partita con tranquillità''.

Torna a parlare delle dichiarazioni per niente tenere del papà di Lautaro Martinez nei suoi confronti: '' Della famiglia Martinez conosco solo il 'Toro', per cui parlo con lui. Tentando di attaccare me il papà attacca l'Inter e finisce per danneggiare la sua immagine e il suo rapporto con i compagni di squadra. Per diventare un top player devi saper gestire te stesso e anche quelli che ti stanno intorno perché se poi ti creano problemi... I grandi club a livello europeo spesso stanno attenti a non aver situazioni così imbarazzanti da gestire. Il ragazzo è forte dentro e fuori dal campo. Io sono un pò abituato. Non do peso a queste cose ma bisogna parlarne''.

Sarebbe importantissimo vincere domani per mettere pressione al Napoli, impegnato lunedì a Bergamo ma secondo Spalletti: ''La gara di domani sera non è decisiva, non è ancora decisivo niente nel nostro campionato''. La Roma sarà largamente rimaneggiata ma l'ex allenatore giallorosso non si fida: ''Una squadra come il Tottenham , la Roma, l'Inter, l'Atalanta hanno a disposizione una intera rosa. Quella della Roma è importantissima sotto l'aspetto qualitativo e quantitativo. Loro sono in una classifica che non gli dà merito. Se siamo quelli che devono vincere assolutamente questa partita, vuol dire che di strada ne abbiamo fatta tanta''.