Lo sport contro la violenza di genere

Protocollo d'intesa tra il Coni e la ministra Idem che istituisce una settimana speciale. L'ex campionessa della canoa: «Diamo un segnale forte». E l'olimpionica del tiro a volto Jessica Rossi sarà portabandiera azzurra ai Giochi del Mediterraneo

Il Coni e il Governo fanno squadra per combattere la violenza di genere. A suggellare la nascita del neo team sono stati il ministro per le Pari Opportunità, lo Sport e le Politiche Giovanili, Josefa Idem, e il presidente del Coni, Giovanni Malagò, che hanno siglato un protocollo d'intesa che istituisce la «Settimana per lo sport contro la violenza di genere». «Sono molto orgogliosa di questa firma, con Malagò ho sfondato una porta aperta - rileva la Idem -. Sono passate appena sei settimane dal nostro insediamento e siamo qui a dare un segnale forte per lo sport e le pari opportunità». I numeri sono inquietanti ed è lo stesso ministro a snocciolarli. «Un'indagine Istat nel 2007 ha tracciato un quadro preoccupante in cui una donna su tre ha subito violenza - dice -. Più di 120 donne sono state uccise lo scorso anno per mano di un partner o ex partner».
Ma a detta dell'ex campionessa della canoa, lo sport è «uno strumento estremamente efficace per il contrasto della violenza di genere e in particolare quella sulle donne». «Oggi con il ruolo che ricopro sono felice di invitare tutti gli atleti a rendersi protagonisti in questa battaglia - aggiunge la Idem dal palazzo del Comitato Olimpico -. Serve un cambiamento culturale e in questo lo sport è essenziale perchè entra nelle case di tutti».
Un invito accolto subito da Malagò: «È bellissimo che la ministra abbia chiesto al nostro mondo un forte segnale di attenzione e sensibilità su un tema all'ordine del giorno, purtroppo in negativo. Lo sport può e deve fare molto ed è forte il desiderio di far vedere che ci siamo». «Anche il mondo paralimpico è al tuo fianco, il nostro movimento ci sarà sempre», assicura il presidente del Cip, Luca Pancalli. Nel corso della settimana, che si terrà ogni anno la prima di ottobre, tutte le federazioni sportive, le discipline associate e gli enti di promozione sportiva sono invitati a programmare un evento inerente il tema e vari progetti, esaminati da un gruppo paritetico di lavoro (composto da due componenti designati dal ministero e due dal Comitato Olimpico) che saranno patrocinati dal ministero e dal Coni.
E quasi in prosecuzione, la Giunta del Coni che si è tenuta dopo la firma dell'intesa ha scelto la campionessa olimpica del tiro a volo, Jessica Rossi, come portabiandiera azzurra ai Giochi del Mediterraneo (da oggi è on line anche un sito per la squadra italiana all'indirizzo www.mersin2013.coni.it) al via dal 20 giugno a Mersin (Turchia). «Con 419 atleti, 259 uomini e 160 donne non si può dire che non snobbiamo questa manifestazione e mi fa piacere che il portabandiera sia una donna, soprattutto in questo momento», sottolinea Malagò.