Strage di Hillsborough, 28 anni dopo incriminate sei persone

Il 15 aprile 1989, 96 tifosi del Liverpool morirono allo stadio di Sheffield. 28 anni dopo saranno processate sei persone, tra cui un ufficiale di polizia

Si riapre il caso giudiziario legato alla più grave tragedia della storia del calcio inglese. Sei persone sono state incriminate con l'accusa di omicidio non volontario per grave negligenza riguardo l'inchiesta sulla strage dello stadio di Hillsborough, a Sheffield, dove il 15 aprile 1989, durante la semifinale di Fa Cup tra il Liverpool e il Nottingham Forest, 96 tifosi dei "Reds" morirono per schiacciamento e soffocamento. Tra le persone che saranno processate anche l'ex capo della polizia David Duckenfield e l'ispettore Norman Bettison.

Duckenfield, della South Yorkshire Police, era il responsabile delle forze dell'ordine presenti allo stadio di Sheffield in occasione della semifinale di Fa Cup il 15 aprile 1989: dovrà ora rispondere degli ordini impartiti prima dell'inizio del match e dopo le prime invasioni provocate dalla calca.

Un altro agente di polizia, l'ispettore Norman Bettison, è stato incriminato per aver mentito nelle settimane successive. Tra le altre persone incriminate due ufficiali di polizia, un avvocato e un addetto alla sicurezza . Dovranno rispondere di omicidio non volontario, negligenza di pubblico ufficiale, ostacolo alla giustizia e violazione delle regole di sicurezza.

Il 15 aprile di 28 anni fa doveva essere una festa di sport e invece, per l'inefficienza della polizia e delle misure di sicurezza adottate dentro e fuori lo stadio, si trasformò nella giornata più nera della storia del calcio inglese.

Alcune centinaia di tifosi del Liverpool stavano aspettando di entrare nell'impianto di Hillsborough, nella città di Sheffield. Quindici minuti prima dell'inizio della partita la polizia aprì il cancello C, che consentiva l'accesso alla Lepping Lane mediante un tunnel. La gente si riversò nel gate senza riuscire ad accedere nella curva, rimanendo bloccata in mezzo.

Decine e decine di persone furono schiacciate verso le pareti laterali e le recinzioni che dividevano gli spalti dal campo, particolarmente robuste perché concepite per resistere a eventuali cariche degli hooligans. Una misura che si sarebbe rivelata determinante determinante per schiacciare contre le inferriate - e uccidere - 96 tifosi del Liverpool.

La strage fu decisiva per indurre il primo ministro Margaret Thatcher ad adottare il pugno di ferro contro gli hooligans, dando il via al Taylor Report e alla rivoluzione che avrebbe portato nel giro di pochi anni alla creazione del cosiddetto modello inglese.