Strisce pedonali

Il modello proposto dal Salone dell'auto di Torino nel 2015 al Parco Valentino è risultato vincente. La semplicità degli allestimenti, la location prestigiosa e l'ingresso gratuito, rappresentano altrettanti punti di forza di questo modello che non poteva che svolgersi nella capitale dell'auto del nostro Paese. La quasi totalità delle aziende automobilistiche ha confermato la sua adesione e la star dell'evento nella pedana numero uno sarà l'«Auto dell'anno 2016», ovvero Opel Astra; altre sorprese sono previste, come anteprime mondiali e nazionali che aggiungono prestigio a questa rassegna.

Il mondo dell'auto quindi, una volta di più, dimostra tutta la sua vitalità, creatività e contributo alla economia dell'Italia. Il mercato in crescita, la vitalità dimostrata da Fca, l'evoluzione della tecnologia nell'area dell'ibrido, dell'elettrico e dell'idrogeno, lo sviluppo di iniziative che mantengono l'auto sempre connessa in rete e in grado di prevedere, al di là dell'occhio umano, i movimenti che si verificano sulle strade, certificano il costante impegno del settore.

Il mercato globale, che continua ad avvicinarsi ai 100 milioni di vetture prodotte e vendute l'anno, consente di dedicare cifre enormi alla ricerca e allo sviluppo di nuove tecnologie. I benefici per il consumatore sono riscontrabili anche nei processi di acquisto che si stanno evolvendo, e permettono di valutare, in trasparenza, tutti i vantaggi delle nuove offerte.

Lo stesso Salone dell'Auto di Torino al Parco Valentino, in questa seconda edizione, prevede una sezione test drive, così che i visitatori avranno l'opportunità di provare su strada le auto esposte, comprese quelle elettriche. Ogni marchio avrà a disposizione due postazioni e potrà far testare le vetture nelle varie modalità di utilizzo (cittadino, autostradale e collinare). Questa scelta del test drive testimonia che gli organizzatori assecondano le esigenze del mercato e ne fanno un punto di forza della manifestazione.

*Presidente Areté Methodos