Strisce pedonali

Il mercato dell'auto inizia l'anno in calo. Le varie iniziative promozionali annunciate dalle Case non sono bastate per compensare lo stato di confusione e incertezza che le misure del governo e di alcune municipalità hanno provocato nella testa dei consumatori. Le incertezza rendono le persone titubanti e come conseguenza non sanno più se acquistare o no. Per anni si sono convinti i consumatori a comperare auto Diesel, perché consumano meno e durano di più. Ora che il Diesel è anche più efficiente per il livello delle emissioni, si dice: niente Diesel. La sua criminalizzazione è un clamoroso autogol. Da molte parti si chiede al governo di tornare indietro dal Bonus/Malus e di impostare una strategia per il rinnovo graduale e ordinato del parco vetture anziano.

Per il momento il governo non ascolta e, con grande sorpresa degli esperti del settore, continua a non prendere decisioni che recuperino il senso di fiducia per il mercato. Le Case continueranno a darsi battaglia per contendersi i clienti che intendono cambiare auto e metteranno in campo iniziative promozionali per stanare i più incerti e perplessi.

Peraltro, chi volesse acquistare un'auto senza eccessivo impegno economico e in attesa di capire quali saranno i punti di ricaduta del governo, si può rivolgere al mercato delle vetture usate. A differenza che in passato, le vetture usate oggi sono generalmente credibili e di qualità, e costano molto meno di quelle nuove. Altra ciambella di salvataggio per il cliente è quella di soddisfare le esigenze di mobilità non acquistando, ma noleggiando per due, tre, quattro anni l'auto che sceglie e ama. Il noleggio a lungo termine sta avendo grande successo tra i clienti più attenti e saggi. Si paga un canone mensile certo e basta. Tutti i costi di gestione, dall'assicurazione al bollo, dalla manutenzione alle riparazioni e così via sono già compresi nel canone e vengono di conseguenza sostenuti dalla società di noleggio. Poi, alla scadenza del contratto, non si pone il tema della rivendita dell'usato. Ci pensa la società di noleggio. Con il contratto a lungo termine, in qualche modo si restituisce serenità al consumatore in un periodo difficile, come quello di oggi, per il mercato.

*Presidente Areté-Methodos