Supercoppa Italiana, la Juventus batte 1-0 il Milan. Ci pensa il solito CR7

Cristiano Ronaldo, con un gol di testa al 61', ha permesso alla Juventus di vincere la sua ottava Supercoppa Italiana della storia. Il Milan ha giocato gli ultimi 20' in dieci per l'espulsione di Kessie. Ultima di Higuain con la maglia rossonera?

La Juventus di Massimiliano Allegri anche in terra araba, nella tanta discussa finale di Gedda, conosce una sola parola: vittoria. I bianconeri, infatti, hanno vinto la Supercoppa Italiana mandando al tappeto il Milan di Gennaro Gattuso che se l'è comunque giocata a viso aperto nonostante le tante defezioni e il "caso Higuain", subentrato al 71' al posto di Castillejo ma mai pericoloso. A decidere la sfida in favore della Vecchia Signora ci ha pensato il solito Cristiano Ronaldo, di testa al 61'. Per il fuoriclasse di Funchal quella di oggi è la sedicesima rete stagionele con la Juventus.

I rossoneri hanno anche dovuto giocare in dieci gli ultimi venti minuti di gioco per l'espulsione, grazie al Var, di Kessié per un brutto fallo su Emre Can. Con questo successo la Juventus stacca proprio il Milan in classifica per quanto riguarda la Supercoppa Italiana e sale a quota otto con il Diavolo fermo a sette. Chissà se realmente quella di questa sera sarà stata l'ultima partita in rossonero per Gonzalo Higuain che è sempre più vicino al trasferimento al Chelsea. La Juventus, invece, si conferma famelica e una macchina da guerra davvero implacabile.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Al termine del match Cristiano Ronaldo ha commentato così il suo primo titolo con la maglia della Juventus ai microfoni della Rai: "La partita è stata dura ma alla fine abbiamo vinto e sono felice di essere stato io a decidere la partita con un gol. Felice per aver vinto il primo titolo con la Juventus, sono davvero contento. Primo di quattro obiettivi? Sì, ma pensiamo passo dopo passo...Ora andiamo a cercare di vincere le prossime partite per arrivare a centrare i nostri obiettivi".

Massimiliano Allegri: "I ragazzi sono stati bravi dato che abbiamo affrontato un buon Milan. In superiorità potevamo gestirla meglio ma va bene così, l'importante è stato aver portato a casa la coppa. CR7 al primo titolo? Valore aggiunto sì, è decisivo e stasera ha fatto ottime cose oltre alla rete. Ha fatto una buona partita".

Anche Gennaro Gattuso ai microfoni della Rai ha commentato la sconfitta:"Devo solo fare i complimenti ai miei ragazzi, abbiamo provato a scalare una montagna e dopo gli episodi li giudicate voi. Loro sono uno squadrone e queste cose non le capisco. Abbiamo dato tutto, anche qualcosa in più, ora andiamo avanti. Higuain? Ieri sera aveva 38.5 di febbre, abbiamo fatto di tutto per metterlo in campo, stanotte ha dormito poco. Sembra una barzelletta ma è vero, stamattina quando è venuto il principe a salutarci non ho voluto io che ci fosse perché magari infettava gli altri col virus. L'ultima del Pipita? Mi brucia lo stomaco, mi sto leccando le ferite e devo pensare a tutti gli altri giocatori. Vedremo cosa accadrà domani".

La cronaca della partita

Il Milan parte fortissimo nelle prime fasi di gioco ma il primo tiro della partita è della Juventus con Douglas Costa che al 3' riceve palla da Cancelo e lascia partire un sinistro che sibila alla destra di Donnarumma. Calhanoglu risponde all'8 ma il suo tiro termina fuori di molto, mentre al 17' Cancelo va al tiro radente di sinistro: brividi per il numero uno rossonero dato che il pallone esce di pochissimo. Szczesny esce a vuoto al 24' con Bakayoko che non ne approfitta e con Castillejo che la mette alta. Al 31' il Milan prende un contropiede mortifero con Douglas Costa che si invola in un tre contro due e allarga per CR7 che crossa male. In pieno recupero Calhanoglu costringe alla parata difficile Szczesny.

Nella ripresa il Milan parte forte e coglie la traversa al 48' con Cutrone, mentre al 59' Cristiano Ronaldo impegna Donnarumma con un tiro di destro. Al 60' Calhanoglu la mette fuori di poco e un minuto dopo Cr7 trova il vantaggio con un bel colpo di testa su grande intuizione di Pjanic. CR7 finisce a terra in area al 67' toccato da Paquetà ma l'arbitro lascia correre. Al 68' la Juventus raddoppia con Dybala ma è tutto fermo per la posizione di fuorigioco di Matuidi in avvio di azione. Kessie entra malissimo su Emre Can al 73' con Banti che lo ammonisce ma poi va a rivedere il Var e tira fuori il cartellino rosso. Donnarumma al 77' toglie dalla porta un cross velenoso di Alex Sandro deviato da Calabria. Emre Can va in scivolata all'87' su Conti, in area di rigore, ma per Banti non c'è niente: qualche dubbio resta.

Il tabellino

Juventus: Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Bentancur (86' Bernardeschi), Pjanic (65' Emre Can), Matuidi; Douglas Costa (90' Khedira), Dybala, Cristiano Ronaldo.

Milan: G. Donnarumma; Calabria, Zapata, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Bakayoko, Paquetá (71' Borini); Castillejo (71' Higuain), Cutrone (79' Conti), Calhanoglu.

Reti: 61' Cristiano Ronaldo (J)

Commenti

gpetricich

Mer, 16/01/2019 - 20:48

Defraudati una volta di più, ma la Juve è più forte di tutto.

jaguar

Mer, 16/01/2019 - 20:52

Più che l'ultima di Higuain in maglia rossonera, dovrebbe essere l'ultima di alcuni dirigenti incompetenti della società rossonera.

Ritratto di venanziolupo

venanziolupo

Mer, 16/01/2019 - 20:54

qualche dubbio resta ? siamo alle solite se non taroccano non sono contenti ...

Ritratto di Sniper

Sniper

Mer, 16/01/2019 - 20:54

Ma l'On. Meloni che si stracciava le vesti (giustamente) all'idea della sede inopportuna, c'e` andata, per denunciare l'insopportabile cultura?

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mer, 16/01/2019 - 21:03

Beh, più che pensarci CR7, ci ha pensato Banti il solito giocatore aggiunto della Juve. Vergogna.

Ritratto di MAX FRO

MAX FRO

Mer, 16/01/2019 - 21:11

forse sarebbe meglio cambiare il titolo dell'articolo : a decidere è il solito arbitro venduto che non ha dato un sacrosanto rigore al Milan e fermato Cutrone per un fuorigioco inesistente…. siamo alle solite …. il lupo cambia il pelo ma non il vizio..RUBARE

hellas

Mer, 16/01/2019 - 21:15

Complimenti, un splendido spot per il fu calcio italiano, una partita orrenda, vinta come era scritto dalla società responsabile della decomposizione del nostro calcio, contro uno sparring partner pietoso ( e l'espulso per fallaccio assurdo andrebbe perseguito penalmente...). Dimenticavo: magnifico ed emozionante il pubblico.... A questa miseria siamo ridotti....

cgf

Mer, 16/01/2019 - 21:15

la supercoppa itaraba è stata vinta dalla juve. Prossimamente anche i derby e le classiche verranno giocate presso la capitale dell'impero.

Silpar

Mer, 16/01/2019 - 21:40

non ho guardato la partita perche' come scrissi ieri, avrebbe vinto la juve in 12 contro un milan in dieci!!!, ma perche non usano arbitri europei, e non italiani??? mistero!!!!mica troppo......

gonggong

Mer, 16/01/2019 - 22:03

TUTTO secondo copione...come la juve va un po in difficolta scatta il SISTEMA JUVE Kessye espuso , ma viene graziato matuidi per lo stesso fallo per non parlare del rigore non visto da BANTI.....

lappola

Mer, 16/01/2019 - 22:08

A parte il fatto che quel tizio mi sta sulle pillole e tanto, mi chiedo: ma come faceva la Juve a vincere in passato se non aveva Ronaldo?

Pizzamano

Mer, 16/01/2019 - 22:17

Bene, vedo con piacere che l' ecatombe di fegati è iniziata anche nel 2019. FINO ALLA FINE!!!

Kupo

Mer, 16/01/2019 - 22:25

A parte Cutrone fermato in chiara occasione da rete, a parte un rigore non visto dal VAR, ma che vede prontamente il fallo di Kessye,il fatto e' che noi continuiamo a mettere in porta il BIDONE meglio pagato al mondo!

Ritratto di venanziolupo

venanziolupo

Mer, 16/01/2019 - 22:39

lappola Cr7 è solo una copertura .... anche stasera hanno vinto come vincevano prima ..... con il 12 in campo ...

Klotz1960

Mer, 16/01/2019 - 22:41

La partita come prevedibile e' stata decisa da Banti: gol decisivo in evidente fuorigioco, rigore quasi certo e pesante per il Milan non visto al Var, ammonizioni ed espulsione a senso unico. Una autentica vergogna.